Il Museo Archeologico di Francavilla Fontana aperto alla città

Domenica 26 Novembre la storica inaugurazione. Il sindaco Bruno: “Abbiamo riportato a casa le radici della nostra città”

FRANCAVILLA FONTANA - Domenica 26 novembre il Museo Archeologico di Francavilla Fontana aprirà ufficialmente le sue porte alla città. Ne danno comunicazione il sindaco Maurizio Bruno e l’assessore alla Cultura Enzo Garganese che hanno già raccolto la disponibilità di ospiti e autorità a presenziare all’inaugurazione.

“Quello del 26 novembre – spiega il sindaco Maurizio Bruno – è un evento destinato a rimanere nella storia di Francavilla Fontana. Non si tratta solo di inaugurare un museo. Si tratta di riappropriarci della nostra identità, si tratta di riportare finalmente a casa reperti archeologici di Francavilla Fontana che raccontano la vita dei nostri antenati, il quotidiano di chi ha vissuto questa terra prima di noi. Si tratta di restituire a Francavilla le proprie radici, e metterle a disposizione di tutti, nella casa di tutti: Castello Imperiali”.

Un risultato atteso da anni e che, sottolinea il primo cittadino, deve il suo raggiungimento a una persona in particolare: “Senza l’assessore Enzo Garganese tutto questo non sarebbe stato possibile. Quando gli ho chiesto di entrare nella mia squadra prendemmo un impegno reciproco: non avremmo mollato fino a che non avessimo realizzato a Francavilla il museo archeologico. Per due anni l’ho visto dedicarsi anima e corpo a questo obbiettivo. Quando ha raccolto questo incarico Francavilla non aveva lo straccio di un solo reperto archeologico. Ne ha recuperati centinaia in giro per l’Italia, e li ha fatti riportare qui. Con la tenace competenza della dottoressa Maria Assunta Cocchiaro della Sovraintendenza di Taranto e con la straordinaria collaborazione della cooperativa Impact abbiamo mese dopo mese catalogato e sistemato ogni singolo reperto, dividendoli per epoche. E quello che abbiamo ottenuto è ciò che vedremo insieme domenica 26 novembre: un cammino, stanza dopo stanza, nella storia di Francavilla, dei nostri padri, dalla preistoria all’età moderna, passando per l’epoca romana e il Medioevo. Era un sogno di tutti che abbiamo realizzato con fatica e impegno. E ora quel sogno è realtà, aperto a tutti, ai francavillesi, ai forestieri, a chiunque ami la cultura e voglia riscoprire le proprie radici e la propria storia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna muore al Pronto soccorso: negativo il test del coronavirus

  • Virus, paziente in valutazione al Perrino. Treno bloccato a Lecce

  • Virus, declassato caso sospetto, ma resta l'isolamento. Un altro oggi

  • Dramma a Savelletri: cadavere di un uomo ritrovato sugli scogli

  • Brindisi: tentatato suicidio in carcere. Detenuto salvato da un agente

  • Detenuto ai domiciliari ingerisce acido: morto dopo dieci giorni di agonia

Torna su
BrindisiReport è in caricamento