L'Azione Cattolica? E' in scena

SAN PIETRO VERNOTICO – “Oh…che famiglia!”. È questo il titolo della commedia teatrale in due atti dell’autore leccese William Fiorentino, che domenica13 maggio alle 20,30 sarà messa in scena sul palco del teatro “Don Bosco” dal gruppo giovani dell’Azione Cattolica della parrocchia Santissima Maria Assunta di San Pietro Vernotico. L’intero ricavato sarà destinato al finanziamento del “campo-scuola” e alla realizzazione di altre iniziative per i giovani.

Antonio Renna, Marco Calò, Giorgio Calisi Maria Elena Melli ed Eugenia Cagnazzo

SAN PIETRO VERNOTICO – “Oh…che famiglia!”. È questo il titolo della commedia teatrale in due atti dell’autore leccese William Fiorentino, che domenica13 maggio alle 20,30 sarà messa in scena sul palco del teatro “Don Bosco” dal gruppo giovani dell’Azione Cattolica della parrocchia Santissima Maria Assunta di San Pietro Vernotico. L’intero ricavato sarà destinato al finanziamento del “campo-scuola” e alla realizzazione di altre iniziative per i giovani.

Il teatro continua ad affascinare i sanpietrani. Numerose, infatti, sono le compagnie o i gruppi locali che regolarmente si alternano sul palco del “Don Bosco” per raccontare vicende famigliari e aneddoti di vita vissuta scritti da noti autori pugliesi. “Si tratta di un’esperienza che aiuta molto i giovani – spiega Rosachiara Sardelli, coordinatrice della commedia che sarà interpretata domenica –recitare su un palco davanti a un pubblico composto non solo da familiari aiuta molti ragazzi a superare alcune paure e a mettersi alla prova”.

“Per questo il teatro è una delle attività che il gruppo giovani dell’Azione Cattolica della chiesa Santissima Maria Assunta (guidato da Maria Rita Serio, ndr), inserisce nella programmazione delle attività da svolgere. Quest’anno – continua Rosachiara Sardelli - abbiamo deciso di dedicare il ricavato al campo scuola perché ci piacerebbe dare la possibilità di prendere parte a questa esperienza formativa anche a chi non può permettersi di sostenerne le spese”.

Il cast è composto interamente da giovani di età compresa tra i 17 e i 30 anni. Per alcuni di loro si tratta della prima esperienza. La commedia è stata preparata in poco più di un mese e sia l’allestimento delle scene che gli abiti è fornito dagli stessi attori. Si attingerà dai mobili di casa e dai vestiti di mamme, papà e nonne.

La commedia racconta la storia di una famiglia composta dal capofamiglia (il ragioniere Carmelo Capisciola), la moglie, le tre figlie e la suocera, impegnata a trovare uno “scorciato” qualsiasi per la figlia Teresina che è rimasta incinta di uno sconosciuto. Di queste manovre è complice il parroco del paese don Giacinto, che, in cambio di donazioni di natura economica, troverà in Scipione Lacernia, un rustico villano, un capro espiatorio. Naturalmente il giovane non sarà subito accettato dalla famiglia Capisciola.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questo il cast: Giorgio Calisi (Mmelo Capisciola), Sonia Locorotondo (nella parte di Pina), Eugenia Cagnazzo (nella parte di Obizia), Giulia De Stradin (Teresina), Claudia De Stradis (Anna), Mariaelena Melli (Lucia), Edoardo Calisi (Don Giacinto), Antonio Renna (Scipione Lacernia), Antonio Calò (Carluccio Maria Lacernia). Suggeritrice: Sandra Valente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nell'ospedale Melli cinque operatori sanitari e un paziente positivi

  • "Impossibile garantire distanziamento sociale", Carrisiland rinuncia alla stagione 2020

  • Scontro fra due auto sulla provinciale: feriti un uomo e una donna

  • Appropriazione indebita: 31 auto sequestrate dalla polizia a Brindisi

  • Positivi al Melli: Rizzo chiede conto alla Asl e nel frattempo chiude attività e spiaggia libera

  • Coronavirus, solo un caso in Puglia. Due morti nel Brindisino

Torna su
BrindisiReport è in caricamento