"Li Satiri" arruolano attori

MESAGNE – Riparte a Mesagne la stagione di prosa 2011/2012 per la compagnia “Li Satiri” di Catone Tersonio e anche quest’anno si ricercano figure maschili e femminili, di qualsiasi età, per completare il gruppo che si esibirà nei teatri e piazze salentine per le varie commedie da portare in scena.

Una commedia de Li Satiri

MESAGNE Riparte a Mesagne la stagione di prosa 2011/2012 per la compagnia “Li Satiri” di Catone Tersonio e anche quest’anno si ricercano figure maschili e femminili, di qualsiasi età, per completare il gruppo che si esibirà nei teatri e piazze salentine per le varie commedie da portare in scena.

Per maggiori informazione e/o parteciparvi inviare una mail all’indirizzo catonetersonio@virgilio.it oppure telefonare al numero 339/6859588. L'associazione Culturale e Teatrale "Li Satiri" è stata costituita il 7 aprile 2004. Il suo intento è promuovere e valorizzare la cultura e le tradizioni del nostro territorio, attraverso la riscoperta di quelli che sono stati gli usi, i costumi, il folklore di un mondo passato, per meglio comprenderne le radici storiche, culturali e linguistiche.

L'Associazione non ha scopi di lucro e tutte le varie attività di intervento didattico e culturale vengono realizzate spontaneamente dai suoi componenti che si impegnano per la buona riuscita di ogni iniziativa con la passione e l'amore che nutrono per il teatro in generale, e per quello dialettale in particolare.

Nel corso degli anni la compagnia si è imposta all'attenzione di un pubblico sempre più ampio grazie alle rappresentazioni di commedie dialettali inedite e brillanti dell’autore-regista Catone Tersonio. Quello de Li Satiri, è un teatro che rifugge da personalismi e rivalità, che non crea divi, al contrario amalgama, crea coesione e intese, si è protagonisti della gioia dello stare insieme, del sentirsi un tutt'uno come componenti di una stessa famiglia, e per questo l’unico motto è “divertirsi divertendo”.

Tra le varie rappresentazioni dell’Associazione: “Nnu maritu a cambiali”, “L’eredità ti nonnu Nicola”, “La masciara”, “Pìnnuli ti vaccina e sciroppu ti cantina”; mentre i saggi teatrali: “Lu tistinu comu rota ti trainu (pro ragazzi) e “Il sogno” (pro ragazzi).

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carabiniere contromano, un morto e due feriti: arrestato

  • Cattivi odori dalla lavatrice: alcuni rimedi naturali per eliminarli

  • Incidente mortale sulla superstrada: lunedì i funerali del dipendente comunale

  • Violento scontro fra auto e scooter a Brindisi: grave un 15enne

  • Omicidio Carvone: nuovi arresti per una sparatoria

  • Bollo auto non pagato: condono per importi fino a 1000 euro

Torna su
BrindisiReport è in caricamento