Mesagne, comincia la stagione teatrale

MESAGNE - La Residenza Teatrale - Teatro Comunale di Mesagne avvia la lunga stagione dei racconti con Il più grande pianista degli Oceani e L’ultimo Lupo Del Salento.

La Grande Foresta (ph Lucia Baldini)

MESAGNE - La Residenza Teatrale -  Teatro Comunale di Mesagne avvia la lunga stagione dei racconti con Il più grande pianista degli Oceani e L’ultimo Lupo Del Salento: due storie per aprire il progetto artistico di Memoria Migrante. Questa settimana i primi appuntamenti del progetto artistico della Cooperativa Thalassia finanziato dalla Regione Puglia con fondi europei (Fesr 2007/2013) e attuato con il Teatro Pubblico Pugliese in collaborazione con il Comune di Mesagne.

“Ci sono storie che, pur parlando di altre vite, di uomini e donne di altri tempi e altri luoghi -spesso immaginari gli uni e gli altri - ci raccontano di noi, del nostro tempo, ci parlano al cuore e alla testa, ci svelano e ci rivelano; storie che ci entrano sotto la pelle e nelle pieghe dell’anima”. Comincia da qui la Stagione Teatrale della Residenza Teatrale di Mesagne, una residenza artistica con una particolare passione e predilezione per le storie, il racconto orale, l’antica magia dell’incontro delle anime in una storia, che sia quella di Novecento, il più grande pianista che abbia mai solcato l’Oceano, o quella del lupo che insegnò ad un bambino tutta la meraviglia e l’immortalità della vita e della natura.

La cooperativa Thalassia presenta i primi spettacoli, nella convinzione che quando sembra che tutto vada male, allora sia davvero arrivato il momento di andare al teatro. Il centro artistico del progetto è il Teatro Comunale di Mesagne che questa settimana ospita due spettacoli. Si comincia venerdì 22 marzo 2013, ore 21, con lo spettacolo della Compagnia “Uthopia/tra Cielo e Terra” dal titolo Reading Novecento, un reading letterario da Novecento di Alessandro Baricco di e con Ciro Masella, primo appuntamento della Stagione serale di narrazione.

Domenica 24 marzo, invece, ore 17, tornano a Mesagne Le Domeniche del Teatro e si comincia proprio da una storia della Compagnia Residente, La Grande Foresta, uno spettacolo per grandi e bambini di Francesco Niccolini e Luigi D'Elia, interpretato e costruito da Luigi D'Elia. La Grande Foresta è la prima di cinque domeniche che ospiteranno a Mesagne davvero il meglio del Teatro per l’Infanzia della scena pugliese.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E’ possibile prenotare il proprio posto in anticipo telefonicamente al numero del botteghino: 331/3477311. Programmi completi sul sito: www.cooperativathalassia.it. Memoria Migrante, il progetto di Residenza Teatrale della Cooperativa Thalassia è finanziato dalla Regione Puglia con fondi europei (Fesr 2007/2013) e attuato con il Teatro Pubblico Pugliese in collaborazione con il Comune di Mesagne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nell'ospedale Melli cinque operatori sanitari e un paziente positivi

  • "Impossibile garantire distanziamento sociale", Carrisiland rinuncia alla stagione 2020

  • Scontro fra due auto sulla provinciale: feriti un uomo e una donna

  • Appropriazione indebita: 31 auto sequestrate dalla polizia a Brindisi

  • Positivi al Melli: Rizzo chiede conto alla Asl e nel frattempo chiude attività e spiaggia libera

  • Coronavirus, solo un caso in Puglia. Due morti nel Brindisino

Torna su
BrindisiReport è in caricamento