Salento Finibus Terrae, il programma

BARI - Torna la rassegna dedicata ai cortometraggi Salento Finibus Terrae coinvolgendo quattro cittadine, Fasano, Ostuni, Carovigno e San Vito dei Normanni in provincia di Brindisi, e oltre trenta ospiti con una vetrina internazionale di 100 opere.

Romeo Conte

BARI - Torna la rassegna dedicata ai cortometraggi Salento Finibus Terrae coinvolgendo quattro  cittadine, Fasano, Ostuni, Carovigno e San Vito dei Normanni in provincia di Brindisi, e oltre trenta ospiti con una vetrina internazionale di 100 opere.

Sono questi i dati essenziali dell'edizione 2011, in programma dal 19 al 20 luglio. La manifestazione è stata presentata stamattina a Bari. Questa nona edizione del festival prevede tra gli eventi speciali la presentazione a Fasano, in prima nazionale, di una mostra del fumettista Guido Crepax dedicata ai 150 anni dell'Unità d'Italia, un omaggio a Mario Monicelli e la proiezione dell'ultimo film di Terry Gilliam.

Ideato e diretto dal regista Romeo Conte, il festival si articola in dieci sezioni per le quali saranno consegnati venti premi ad attori e registi. "Salento Finibus Terrae - ha annunciato Romeo Conte - anche quest'anno racconta la più stringente attualità, proponendosi non soltanto come contenitore di idee ma soprattutto come luogo di confronto fra visioni e culture tra giovani cineasti e maestri del cinema".

La manifestazione sarà inaugurata il 19 luglio a Fasano con la mostra, allestita nel Comune, Battaglie tricolori di Guido Crepax, e le proiezioni dei film in concorso nella sezioni 'Corti Cortissimì, 'Lab Cinemà, 'Children World' e del corto dedicato alla sicurezza stradale, 'L'anniversario' di Domenico De Pasquale (Mingo). Il 21 luglio è in programma la prima premiazione, dei registi vincitori in competizione, con la partecipazione di Nino Frassica e Ivano Marescotti.

Nell'occasione sarà proiettato 'The Wholly Family', ultimo lavoro del regista Terry Gilliam, per il quale sarà premiata la figlia Amy Gilliam e, fuori concorso, un film collettivo, no-profit, realizzato da 30 registi italiani partendo dagli articolo della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. Della pellicola saranno proposti quattro episodi: 'Articolo 1' di Carlo Lizzani, 'Articolo 2' di Giobbe Covatta, 'Articolo 3' di Giorgio Treves e 'Articolo 25' di Roberta Torre.

La rassegna di corti dedicati ai diritti umani, proseguirà a Ostuni (22 e 23 luglio) con la proiezione di 10 corti sul tema e la premiazione del regista Daniele Luchetti, e sempre a Ostuni, tra gli eventi speciali, saranno proiettati 'Sposerò Nichi Vendola' di Andrea Costantino e 'Disoccupato in affitto' di Luca Merloni e Stefano Mereu.

Il 24 luglio la rassegna si sposta a Carovigno e dal 25 al 30 luglio sarà a San Vito dei Normanni. Tra gli ospiti, Piera Degli Esposti, Alessandro Haber e Elio Germano. L'omaggio a Mario Monicelli chiuderà il 30 luglio la nona edizione del festival con la proiezione del film 'La Grande Guerra' e dell' 'Ultima Zingarata' di Federico Micali (2010), al quale Mario Monicelli partecipa come attore. In occasione della proiezione, sarà proposto per le strade della cittadina il funerale con 'bande, bandiere, puttane e militari', così come lo avrebbe voluto l'attore Gaston Moschin nel film. Subito dopo si svolgerà la cerimonia di premiazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna muore al Pronto soccorso: negativo il test del coronavirus

  • Virus, paziente in valutazione al Perrino. Treno bloccato a Lecce

  • Virus, declassato caso sospetto, ma resta l'isolamento. Un altro oggi

  • Detenuto ai domiciliari ingerisce acido: morto dopo dieci giorni di agonia

  • Flacone di amuchina a prezzo quintuplicato: nei guai un commerciante

  • Lite con l'inquilino: proprietario fa un buco, entra e mura la porta

Torna su
BrindisiReport è in caricamento