Domenica il benvenuto al "Circo El Grito" con la parata sui corsi

BRINDISI - Il tradizionale prologo del circo. Domani domenica 26 ottobre alle ore 18, in piazza Cairoli, partirà la parata del circo per attraversare corso Umberto, proseguire in corso Garibaldi e arrivare in piazza Vittorio Emanuele II, dove la città incontra il mare e dove, per due settimane a partire dal prossimo 2 novembre, svetterà lo chapiteau del «Circo El Grito» per accompagnare il primo appuntamento della nuova stagione del «Teatro Verdi» di Brindisi.

La parata è curata dalle compagnie «Meridiani Perduti», «Factory Compagnia Transadriatica» e «Teatro Menzatì» con la direzione della compagnia «El Grito» e il coordinamento del «Teatro Pubblico Pugliese», che realizza l'iniziativa della «Festa del Circo Contemporaneo» nell'ambito del progetto di «Internazionalizzazione della scena» (PO FESR Puglia 2007-13 Asse IV) sostenuto da Unione europea e Regione Puglia.

Una sfilata per annunciare l’arrivo in città del circo, questa volta dal mare come se fosse l’attracco di un battello colorato carico di musicisti, danzatori, clown, giocolieri e acrobati, le prime righe di una storia che racconta del magico mondo dei circensi. E allora, come nella classica tradizione della parata da circo, quella rappresentata nel quadro di Seraut, domani sfileranno per i corsi di Brindisi diversi gruppi di spettacolo, formati da artisti di varie discipline.

Circo El Grito - l'allestimento-5Della speciale e composita compagnia faranno parte un ensemble di musicisti, fisarmonica, violino, tromba e rullante, accompagnato anche dalle percussioni della Scuola di Musica «Girolamo Frescobaldi»; trampolieri, monociclisti e giocolieri della Scuola di Teatro Circo e Residenza Creativa «Tenrock» di Brindisi e del «Social Circus Club Quartiere Leuca» di Lecce; il «Gruppo Skaters»; gli allievi della Scuola d’Arte Drammatica della Puglia «Talìa», l’associazione «Meridiani Perduti» e il laboratorio teatrale femminile diretto da Sara Bevilacqua; cinquanta danzatori della «Fresh Family Academy» di Silvia Bevilacqua; alcune ginnaste in rappresentanza dell’associazione «Relevè Ritmica Brindisi»; l’associazione «Sabrina Todisco Studio Danza Accademica» e la Scuola di Musica «Girolamo Frescobaldi». Il programma della parata prevede tre soste con le successive performance degli artisti partecipanti: in corso Umberto all’altezza di via Conserva, in piazza Vittoria e in piazzetta Rubini durante il passaggio in corso Garibaldi.

L’arrivo, come detto, è nei giardinetti di piazza Vittorio Emanuele II, destinato a diventare il luogo di residenza per tre settimane del circo contemporaneo che volge, con le sue forme performative ed espressive, lo sguardo verso Oriente. La parata terminerà con il volo in cielo di palloncini bianchi e la presentazione dello chapiteau «El Grito», che fa capolino al di là dei giardinetti ancorato alle bitte del lungomare brindisino, sulle note di «Circus percussion», il brano composto e suonato per l’occasione dai 13 percussionisti della Scuola «Frescobaldi». 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Il teatro è servito: la programmazione del Kopò

    • dal 12 ottobre 2019 al 10 maggio 2020
    • Teatro Kopó Brindisi
  • Tour di spettacoli a Brindisi con il Performing Arts Festival, prima edizione

    • dal 28 novembre 2019 al 26 aprile 2020
  • Sei spettacoli per la nuova stagione di prosa a Ceglie

    • dal 17 gennaio al 5 aprile 2020
    • teatro comunale
  • Terza rassegna teatrale “Domenico Modugno” al don Bosco di San Pietro

    • dal 19 gennaio al 18 aprile 2020
    • teatro DonBosco
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    BrindisiReport è in caricamento