Tra magia e reading sul lungomare il "Piccolo Circo Magnetico Libertario"

BRINDISI - Circo e letteratura si fondono in uno spettacolare viaggio nel tempo. La Rivoluzione francese fa infatti da sfondo al «Piccolo Circo Magnetico Libertario», un singolare ibrido tra reading e spettacolo circense: un tributo al romanzo «L’armata dei sonnambuli» (arrivato alla sesta ristampa per Einaudi 2014) che il gruppo di scrittura Wu Ming presenta giovedì 6 novembre (ore 21) tra gli spettacoli del circo «El Grito», allestito sul lungomare Regina Margherita, per la «Festa del Circo Contemporaneo» in programmazione fino al 16 novembre.

Forse la più bizzarra presentazione di un romanzo, in un tendone da circo, che si sia mai vista, con letture, musiche, esperimenti tratti dal «Laboratorio di Magnetismo Rivoluzionario» di Mariano Tomatis, e le acrobazie magnetiche del circo «El Grito». «Mostreremo un antidoto contro il sonnambulismo, perché non si può mesmerizzare un individuo contro la sua volontà. Se dunque è facile lasciarsi suggestionare dai magnetisti malvagi, è anche molto facile opporsi: basta volerlo».

Il «Piccolo Circo Magnetico Libertario» è una stupefacente celebrazione del potere magico delle storie. Gli spettatori sono coinvolti in prima persona dai moderni magnetizzatori in una serie di esercizi che sembrano uscire dal romanzo dei Wu Ming: 794 pagine dedicate alla Rivoluzione francese, un grande affresco nel quale il “noi narrante”, il popolo di Parigi, racconta la decapitazione di Luigi XVI.

«È giunto il tempo per la rivoluzione di cui ha bisogno la Francia. Ma (...) per riuscire nell’intento occorre ammantarsi di mistero» (Nicolas Bergasse, primo discepolo di Franz Anton Mesmer). Nel teatro della Rivoluzione francese si aggirano eroi e fantasmi. Sui tetti e nelle piazze, ad animare gli scontri è una forza misteriosa, un fluido che muove i destini oscurando i lumi della ragione. La fertile interazione tra magia e letteratura che attraversa il romanzo «L’armata dei sonnambuli» culmina in questa presentazione in cui l’illusionismo e il circo si fanno storytelling. Al grido di “magia al popolo!” il lavoro collettivo dei Wu Ming si trasforma in una fantasmagoria di letture, esperimenti di mesmerismo, gag illusionistiche, acrobazie magnetiche, incursioni storiche e giochi di prestigio.
 

Durata: 65’. Consigliato a partire dai 14 anni - Ingresso gratuito

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Ghironda: il festival itinerante parte l’11 luglio da Cisternino

    • dal 11 al 12 luglio 2020
  • Dopo il successo del 2019 si replica il 3° concorso fotografico "Summer Polaroid" al tempo del Covid-19

    • dal 1 luglio al 30 settembre 2020
  • Federica Angeli in una cornice suggestiva presenta “Il gioco di Lollo”

    • 11 luglio 2020
    • Masseria Don Luigi
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    BrindisiReport è in caricamento