Umberto Tozzi e le rivelazioni di Sanremo i più attesi di "MesagnEstate"

Il concerto di Umberto Tozzi sarà uno dei momenti clou della rassegna "MesagnEstate 2015", il cui calendario è stato presentato nella mattinata di oggi (4 luglio) durante una conferenza stampa svoltasi negli uffici del sindaco, Pompeo Molfetta. L'assessore alla cultura Roberta Denetto ha illustrato gli appuntamenti principali

MESAGNE - Il concerto di Umberto Tozzi sarà uno dei momenti clou della rassegna “MesagnEstate 2’15”, il cui calendario è stato presentato nella mattinata di oggi (4 luglio) durante una conferenza stampa svoltasi negli uffici del sindaco, Pompeo Molfetta.

L’assessore alla cultura Roberta Denetto ha illustrato gli appuntamenti principali in programma che interesseranno sport, spettacolo, comicità,  cinema e musica recuperando - come tradizione della rassegna - soprattutto le proposte spontanee dell’associazionismo e dei privati, come le attività commerciali cittadine.

Si parte il 12 luglio alternando momenti consolidati come la Corrida di Giacomino, la Palma d’Oro, la rievocazione del Gruppo Storico, le sagre più apprezzate, alle caratterizzazioni di quest’anno: dalla musica di Gilda Giuliani a quella degli Homo Sapiens, passando per le rivelazioni di Sanremo 2015 come Amara e una selezione di cover band ufficiali di grandi artisti come Celentano. 

Momento clou sarà il concerto di Umberto Tozzi che come ha spiegato il sindaco Pompeo Molfetta «era stato pensato per la Festa Patronale ma che sarà spostato per problemi interni all’organizzazione del cantante nei primi giorni di agosto avendo avuto parere negativo da parte del Comitato feste patronali di anticiparlo al 15 luglio – altra data possibile -  anziché al 17 come tradizione».

Il primo cittadino ha voluto comunque sottolineare come la prima scelta dell’amministrazione comunale per animare la festa patronale fossero stati i Boomdabash, gruppo reggae che partendo da Mesagne sta riscuotendo successi nazionali di primo piano. Una scelta non praticabile per un concerto fissato già da tempo dalla band «ma - ha specificato Molfetta - ci saranno a breve altre occasioni: questi ragazzi meritano».

Poi il sindaco si è detto orgoglioso del lavoro fatto in appena dieci giorni di governo sul cartellone estivo: un risultato che ha cercato di rispettare i costi degli anni precedenti – circa 70.000 € il costo complessivo, ai quali si aggiugono spese accessorie come facchinaggio, service e varie – e che è stato reso possibile solo grazie al fondamentale contributo di esperienza e professionalità di Maurizio Piro, ex assessore in questo particolare passaggio emergenziale resosi disponibile ad aiutare disinteressatamente il sindaco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morta la mamma di Albano Carrisi, la sua "origine del mondo"

  • L'ultimo saluto a "Donna Jolanda" tra lacrime e lunghi applausi

  • I fratelli Gargarelli di Brindisi conquistano la finale di Tu sì que vales

  • Bomba, sindaco firma ordinanza per evacuazione: denuncia per chi resta

  • “Bomba, se esplode città in sicurezza”. Scuole chiuse sabato e lunedì

  • Maxi carico di droga al largo di Brindisi: arrestato uno scafista

Torna su
BrindisiReport è in caricamento