Come diventare receptionist

Vorresti lavorare in una struttura alberghiera o in un centro benessere? Scopriamo il percorso da seguire per ricoprire il ruolo di questa figura professionale

L’ addetto alla reception opera all'interno di strutture ricettive come hotel, b&b, agriturismi, centri benessere, occupandosi in primis dell'accoglienza del cliente.

La figura del receptionist risponde all'office manager o al responsabile reception: ruoli questi ultimi che il receptionist può ambire a ricoprire dopo aver maturato una certa esperienza.

Come diventare receptionist?

Il percorso principale è il conseguimento di un diploma presso un istituto alberghiero, turistico o linguistico.

Accade spesso che la decisione di lavorare nell'ambito dell'accoglienza turistica maturi solo dopo aver conseguito il diploma in altri ambiti (Istituti tecnici commerciali, Licei...), ma niente paura!

Nel caso in cui si intenda avvicinarsi a questa professione pur non avendo il diploma alberghiero è possibile farlo frequentando un corso di formazione professionale che consente di diventare receptionist. 

Caratteristiche dei corsi da frequentare

Il corso deve essere erogato da un'agenzia formativa accreditata:

  •  deve prevedere uno stage per acquisire le competenze pratiche
  •  è preferibile che l'agenzia che eroga il corso abbia una esperienza specifica nel settore perchè ciò garantisce migliori relazioni con i docenti e con le strutture
  • deve rilasciare un titolo che certifichi le competenze acquisite

Su l'ultimo punto può essere utile un approfondimento: il possesso della certificazione delle competenze è un elemento di differenziazione importante in un settore dove la competizione è comunque molto alta.

Possedere un titolo che certifichi le competenze acquisite può costituire infatti l’elemento determinante per selezionare un candidato piuttosto che un altro: l’elenco delle competenze acquisite infatti permette a chi seleziona il personale di sapere con esattezza che cosa sai fare, quali sono le tue competenze specifiche.

Cosa fa il receptionist?

Il receptionist (di hotel, alberghi, agriturismi, bed e breakfast…) è colui che accoglie l’ospite, ne gestisce il soggiorno e ne segue la partenza.

Perché parliamo di ospite e non di cliente? Comprendere ed interpretare bene la differenza che passa tra queste due parole è fondamentale per chi vuole lavorare nel mondo dell’accoglienza turistica.

Il cliente, secondo le definizioni più comuni, è colui che compra un bene o un servizio, frequenta abitualmente un locale, un negozio oppure si avvale dell’opera di un professionista.

Un ospite, invece, non entra in una attività commerciale; un ospite entra in una casa, per il periodo che questi avrà scelto di rimanere, fosse anche per una sola notte.

Questo è un aspetto da tener sempre presente nell'esercizio di questa professione.

Attività del receptionist

Innanzitutto l’accoglienza dell’ospite, nell’ambito della quale è fondamentale utilizzare una determinata comunicazione.

A questa segue, a meno che l’ospite non lo abbia fatto precedentemente, la gestione della prenotazione. Un’attività molto delicata che richiede attenzione e precisione: un errore può infatti comportare conseguenze onerose da gestire.

Al receptionist, in qualità di prima interfaccia con la struttura, spetta anche la gestione dei reclami, attività che richiede anch’essa ottime capacità comunicative e empatiche.

Il receptionist dovrà anche avere buone capacità di problem solving non solo per gestire reclami ma anche per la gestione di eventuali cambi camera, dovuti o richiesti.

Infine è necessario avere una ottima conoscenza del territorio per rispondere ad eventuali richieste quali “quale è un buon ristorante dove cenare?”, “dove posso trovare una spiaggia di sabbia per bambini piccoli?”; saper compilare la modulistica per la pubblica sicurezza e le rilevazioni statistiche; saper gestire le telefonate e molto altro.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mesagne, al via corsi di formazione gratuiti per qualifiche nel settore dell'agricoltura

  • Meccatronico, al via i corsi per under 30: cinquanta posti disponibili

  • Latiano, corsi gratuiti per zootecnia e operatori museali

  • La famiglia Pugliese porta la vendemmia nelle scuole

  • Diversità e inclusione, al via corso formativo per docenti

  • Come diventare assistente di volo: i percorsi da seguire

Torna su
BrindisiReport è in caricamento