Cantieri stradali e sicurezza, protocollo fra polizia e scuola edile

Accordi per ridurre gli incidenti. Già partito un corso di formazione sulla segnaletica stradale

BRINDISI - Con l’obiettivo di ridurre l’incidentalità nei cantieri stradali è stato siglato un protocollo tra la Polizia Stradale di Brindisi e l’Ente Unico Scuola Edile Cpt Brindisi.  L’iniziativa intende sviluppare, mediante una sinergia culturale, pratiche volte a consolidare la sicurezza dei lavoratori nei cantieri stradali che, per le loro caratteristiche, sono ad alto rischio ed hanno conosciuto, soprattutto negli ultimi anni, un preoccupante incremento del tasso di incidentalità.

Il progetto, già presentato il 28 febbraio scorso a Roma alla presenza del presidente di Formedil  Antonio Mazza e del direttore centrale della specialità Roberto Sgalla, è stato siglato per la provincia di Brindisi dal dirigente della Polizia Stradale, Pasqualina Ciaccia e dal Presidente della Scuola Edile Cpt Lucia Capeto, sede Formedil di Brindisi, il cui impegno specifico, a fronte degli interventi della Polstrada di formazione e sensibilizzazione, è  realizzare attività di manutenzione edile all’interno degli Uffici della Stradale, per consentire agli studenti della Scuola Edile momenti di addestramento pratico in cantiere.

Agli accordi preliminari ha fatto seguito l’avvio di un corso di formazione “Segnaletica Stradale”: il primo incontro si è tenuto ieri, 19 febbraio, nella sede della Scuola Edile di Brindisi, tra il dirigente della Stradale con i suoi collaboratori, e numerosi dipendenti delle imprese edili della provincia di Brindisi. Oggetto dell’incontro è stata la legislazione in materia di sicurezza e prevenzione analizzata mediante la descrizione delle problematiche costituite dal cantiere che interagisce con il traffico.

A questo riguardo il vice questore Ciaccia ha citato la regola fondamentale di sicurezza: occorre proteggere il cantiere dagli utenti della strada e gli utenti dal cantiere. In effetti ci sono varie fonti di rischio che dai cantieri possono ricadere sugli utenti in transito, i quali a loro volta, se non rispettano le norme di sicurezza, possono creare pericoli ai lavoratori impegnati nei cantieri stessi. Pertanto da una parte gli utenti in transito devono limitare la velocità al fine di arrestare la marcia in presenza di ostacoli, dall’altra  i lavoratori devono adottare tutte le misure necessarie a prevenire incidenti. La platea è stata, quindi, sensibilizzata, anche attraverso la proiezione di immagini di incidenti realmente accaduti, sui principali fattori di rischio e sulla necessità di adottare un comportamento responsabile per evitare incidenti e vittime inutili. La consapevolezza del rischio e delle misure atte ad evitarlo può sicuramente fare la differenza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Storie di alternanza": secondo e terzo posto per il liceo Classico e Artistico

  • Liceo Artistico e Musicale: incontro "indimenticabile" con Franco Di Mare

  • Obiettivo tropici, selezioni a Brindisi nel settore turistico

  • Il capitano dei carabinieri fra i banchi: riparte il tour della legalità

  • Open Day al liceo Palumbo di Brindisi: si apre oggi il calendario

  • Bullismo: "Gli adolescenti si accettino e si amino per quello che sono"

Torna su
BrindisiReport è in caricamento