"Viva la gente": gli studenti rimettono a nuovo il giardino della scuola

Lo spettacolo itinerante che dà voce ai giovani di tutto il mondo ha condiviso le attività green di volontariato e solidarietà con gli studenti dell'Iiss “Ferraris De Marco Valzani”

BRINDISI - Si sono accesi di sorrisi e voci dal mondo, portati dal vento tra gli ulivi che troneggiano: venerdì 16 novembre il giardino dell’Istituto scolastico Iiss “Ferraris De Marco Valzani” di via Nicola Brandi è stato invaso da studenti brindisini e dai loro fratelli e sorelle di “Viva la gente”.

Nonostante l’allerta meteo divulgata in città, l’entusiasmo dei tanti ragazzi e di 25 tra loro ospitati dalle famiglie degli studenti dell’Istituto nelle sue tre sedi di Brindisi e San Pietro Vernotico, non ha rovinato l’evento dedicato all’attività sociale di volontariato che ha  assunto i connotati di una giornata “green”, vissuta all’insegna della pulizia delle parti verdi. Dallo sradicamento delle erbe e potatura e piantumazione di 50 specie arboree, concesse dall’Arif che sostiene il progetto.

75091760_436350087297873_461000735622955008_n-2

Una comunione d’intenti che converge sull’emergenza climatica tra i giovani, i quali trovano nella tutela dell’ambiente un linguaggio universale, oltre ogni differenza di nazionalità o di cultura.

«Incontri che cambiano il mondo - ha commentato la preside Rita Ortenzia De Vito - e aiutano i nostri ragazzi a costruire un futuro migliore, imparando a vivere sulla propria pelle l’accoglienza, la condivisione, la tristezza della nostalgia, la gioia del successo. Perché per una settimana si è “Fratelli davvero!”»

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

75148755_492852934651833_1582594765952647168_n-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento