Bandiere blu: riconferme per le spiagge di Ostuni, Carovigno e Fasano

Consegnato stamani a Roma il prestigioso riconoscimento internazionale. Fasano e Ostuni hanno conquistato anche la Bandiera verde, assegnata dai pediatri alle spiagge a misura di bambino

La spiaggia di Punta Penna Grossa (foto Giuseppe Lanotte)

BRINDISI – Anche nel 2017, per il secondo anno consecutivo, sventoleranno tre Bandiere blu in provincia di Brindisi. Il prestigioso riconoscimento, come nel 2016, è andato a Fasano, Carovigno e Ostuni. Fasano e Ostuni, inoltre, hanno portato a casa anche la Bandiera verde: riconoscimento assegnato dai pediatri italiani alle spiagge a misura di bambino. Il litorale pugliese è puntellato da undici delle 163 Bandiere blu (riconoscimento internazionale, istituito nel 1987, che viene assegnato ogni anno in 49 paesi, inizialmente solo europei, più recentemente anche extra-europei, con il supporto e la partecipazione di due agenzie dell’Onu, l’Unep e la Unwto) consegnate oggi (8 maggio) ai sindaci nel corso della cerimonia svoltasi a Roma, presso la sede del Cnr.

Fasano è stata premiata per le spiagge di Egnazia Case Bianche, Savelletri e Torre Canne. A Ostuni per le spiagge di Creta Rossa, Lido Fontanelle, Pilone, Lido Morelli. Nel territorio di Carovigno, invece, spicca la spiaggia di Punta Penna Grossa, che rientra nel perimetro della riserva marina protetta di Torre Guaceto.

IMG_4263-2Il sindaco di Ostuni, Domenico Coppola, rimarca ai microfoni di OstuniNotizie.it come non fosse affatto scontata la conferma della Bandiera blu. “Perché ormai – afferma il primo cittadino - l'asticella dei requisiti viene posta sempre più in alto sia per la salvaguardia dell'ambiente che per la qualità del turismo ecosostenibile, sono ormai tantissimi i comuni che vorrebbero questo riconoscimento”. Coppola manifesta inoltre l’auspicio che aumenti la collaborazione fra i vati comuni pugliesi premiati con la Bandiera blu. “Oggi insieme a noi, Polignano a Mare, Fasano e Carovigno, viene valorizzato un bel pezzo della nostra costa a nord di Brindisi, ma questo – conclude Coppola - deve considerarsi non un punto di arrivo bensì un punto di partenza per uno sviluppo sinergico del nostro territorio costiero”.

Il sindaco di Carovigno, Carmine Brandi, esprime “grande soddisfazione per questo prestigioso riconoscimento”. “Ancora una volta – afferma il primo cittadino – viene premiato il costante  impegno dell'amministrazione comunale che mi onoro di rappresentare nella valorizzazione delle nostre bellezze il riconoscimento che ci hanno consegnato oggi per la seconda volta deve essere considerato un punto di arrivo ma un punto di partenza. Credo proprio che presto arriveranno nuovi riconoscimento per la nostra comunità”.

Il consorzio di gestione dell’oasi di Torre Guaceto, attraverso una nota stampa, parla di “un risultato frutto di un lavoro lungo anni, figlio della governance della Riserva che riesce a coniugare la protezione dell’ambiente con la fruizione turistica sostenibile, principio per il quale Torre Guaceto è stata già premiata nell’ambito della Carta Europea per il Turismo Sostenibile”.  

“Siamo molto orgogliosi per assegnazione della Bandiera Blu ritirata per il secondo anno consecutivo dal sindaco di Carovigno, Carmine Brandi – ha commentato il presidente del Consorzio di Gestione di Torre Guaceto, Vincenzo Epifani - questo premio è l’ultimo ricevuto in ordine di tempo dopo le innumerevoli attestazioni nazionali ed internazionali del valore della nostra governance registrate. Il nostro obiettivo è continuare a lavorare per la tutela della Riserva nell’ottica di un miglioramento continuo della nostra azione, il che ci permetterà di continuare ad essere punto di riferimento nazionale ed internazionale quanto a protezione e promozione dell’area protetta”. (In basso, la spiaggia del Parco delle Dune costiere)

Spiagge_Parco_Dune_Costiere_Torre Canne_Torre_San_Leonardo-3-2-2

Per quanto riguarda il Comune di Fasano, è stato il vicesindaco Giovanni Cisternino a ritirare la Bandiera blu. "Non possiamo che ritenerci soddisfatti di questa attribuzione – afferma il vicesindaco Cisternino, che ha avuto modo d’intrattenersi personalmente con i vertici Fee Italia subito dopo la conclusione della cerimonia romana -. L’Amministrazione comunale è attenta ai temi dell’ambiente e della costa, oltre che dei servizi e non è un caso che proprio quest’anno abbiamo proposto ai titolari degli stabilimenti balneari, su aree private, una collaborazione per l’installazione in tutti questi lidi di passerelle, per consentire anche ai disabili in carrozzina di raggiungere direttamente il mare – sottolinea Cisternino -; un elemento in più – prosegue il vicesindaco – che arricchisce il nostro territorio di servizi offerti a turisti e vacanzieri". 

Il senatore Vittoria Zizza, presente alla cerimonia di consegna,  ritiene  prioritaria "la necessità di fare sistema tra i centri di maggiore spicco del territorio e creare una rete che possa promuovere in maniera omogenea tutte le straordinarie peculiarità  della nostra terra,  implementando i servizi, per rendere la nostra offerta turistica ancora più completa". "L'idea -conclude Zizza - potrebbe essere quella di creare un unico distretto turistico trovando le sinergie necessarie per affrontare le sfide in campo di turismo sostenibile, tutela dell'ambiente e servizi sempre più soddisfacenti e all'altezza della bellezza dei nostri luoghi". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna muore al Pronto soccorso: negativo il test del coronavirus

  • Virus, paziente in valutazione al Perrino. Treno bloccato a Lecce

  • Virus, declassato caso sospetto, ma resta l'isolamento. Un altro oggi

  • Detenuto ai domiciliari ingerisce acido: morto dopo dieci giorni di agonia

  • Flacone di amuchina a prezzo quintuplicato: nei guai un commerciante

  • Lite con l'inquilino: proprietario fa un buco, entra e mura la porta

Torna su
BrindisiReport è in caricamento