Brindisi aderisce alla settimana europea per la riduzione dei rifiuti

Attività del Comune in collaborazione con Ecotecnica: iniziative in programma dal 17 al 25 novembre

BRINDISI - Anche il Comune di Brindisi ha deciso di aderire alla Settimana europea per la riduzione dei rifiuti che si svolgerà dal 17 al 25 novembre. In queste giornate saranno programmate iniziative, in collaborazione con Ecotecnica, con il coinvolgimento delle scuole e dell’intera comunità, che hanno l’obiettivo di sensibilizzare sul tema della sostenibilità e della gestione dei rifiuti.

L'Amministrazione, in tal modo, intende sensibilizzare la comunità sul tema scelto quest’anno inerente la gestione dei rifiuti pericolosi, informando e al contempo educando al riuso, al fine di ridurre la produzione dei rifiuti. 

Sono previste attività di informazione e formazione sulla differenziazione, riciclo e riuso, con focus tematico sui rifiuti pericolosi, presso le scuole secondarie di primo grado; laboratori creativi del riuso e del riciclo; mercatino del baratto come azione per la diminuzione dei rifiuti; focus tematico su rifiuti pericolosi in edilizia con esperti del settore. 

Le attività si svolgeranno, in diversi luoghi della città, dal centro alle periferie. Chiunque sia interessato a collaborare per l’organizzazione di queste iniziative può far pervenire la manifestazione d’interesse a contribuire ai contatti presenti nei link indicati: www.ewwr.eu/en e www.ewwr.eu/actions/project_archive_new/laboratori-del-riuso.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • È una iniziativa straordinaria,con il coinvolgimento delle scuole credo ,anzi sono certo, si avranno risultati soddisfacenti. Voglio approfittare per fare la seguente considerazione. Perché mai non si sensibilizza la cittadinanza tutta a mettere fuori le particelle in dotazione? Lasciare sacchetti alla rinfusa, dagli strani colori, mette pure in difficoltà gli operatori che si trovano nell' impossibilità di contraddistinguere il secco dall' umido, per cui nel dubbio, per evitare contaminazioni,il tutto va finire nel non riciclabile. Perché non coinvolgere gli amministratori condominiali affinché si facciano portavoce della necessità di utilizzare le particelle ? Con il passar del tempo queste particelle sono diventate quasi mosche bianche e tra breve, pure queste spariranno.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Crollo dopo esplosione nel centro abitato: deceduta una delle persone coinvolte

  • Cronaca

    Non ha un lavoro: padre di famiglia minaccia di darsi fuoco nel Comune

  • Cronaca

    Aveva allestito una stazione di rifornimento di carburante tra gli ulivi: denunciato

  • Cronaca

    Incursione nella scuola media: furto di monetine dalle macchinette

I più letti della settimana

  • Detenuto si toglie la vita nella casa circondariale di Brindisi

  • Esplode la bombola del gas, crolla la casa: vivi per miracolo

  • Insulti omofobi dopo avergli abbassato i pantaloni: bullismo in città

  • Tentato omicidio in piazza: giovane raggiunto al mento da colpi di pistola

  • Tenta di lanciarsi da ponte nel centro abitato: salvato dai poliziotti

  • Scende dal camion e viene travolto da un tir: muore a 55 anni

Torna su
BrindisiReport è in caricamento