Rispetto per l'Ambiente e integrazione: concluso progetto "Puliamo il mondo"

Campagna di sensibilizzazione alle buone pratiche ambientali. Quest’anno sono stati coinvolti gli ospiti del locale Sprar

MESAGNE - Si è conclusa con una foto ricordo nella stanza del primo cittadino l’edizione 2018 del progetto Puliamo il mondo, campagna di sensibilizzazione alle buone pratiche ambientali organizzata da Legambiente con la collaborazione dell’Amministrazione Comunale di Mesagne. 

mesagne iniziativa puliamo il mondo4-2

Quest’anno Puliamo il mondo ha visto il coinvolgimento diretto dei ragazzi ospiti del locale Sprar. Per l’intera settimana a guidare i giovani richiedenti asilo nel loro percorso alla scoperta del mondo dell’ecologia e della corretta raccolta differenziata ci sono stati l’assessore all’ecologia e ambiente Omar Ture e gli operatori dello stesso centro.

mesagne iniziativa puliamo il mondo3-2

«Sono soddisfatto – ha fatto sapere il delegato del Sindaco - di tutto il percorso portato avanti questa settimana: dalla giornata con gli operatori comunali nella quale i ragazzi hanno scoperto le singole fasi del ciclo di raccolta differenziata, alla mattinata vissuta presso l’Ecocentro di via Marangio, fino alla giornata di oggi durante la quale, con scope e palette in mano, abbiamo pulito assieme a loro alcuni angoli del Centro Storico. I ragazzi – ha spiegato ancora Ture – hanno apprezzato questa iniziativa ed hanno dimostrato alto senso civico e di amore per la nostra città».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion si ribalta e sfonda spartitraffico: superstrada riaperta al traffico

  • Professore in pensione trovato morto in casa, il corpo era in decomposizione

  • Ucciso a 19 anni: si indaga sul movente. Il papà: "Perché tanta cattiveria"

  • Tute, scooter e passamontagna: i "Falchi" scoprono il covo dei rapinatori

  • Tamponamento tra furgone e trattore sulla provinciale: feriti i conducenti

  • “Aste giudiziarie, prove evidenti”: processo immediato per nove brindisini

Torna su
BrindisiReport è in caricamento