"Le dune della Mezzaluna danneggiate da sentieri e auto"

Quasi scomparsa la macchia mediterranea. La denuncia pubblica della sezione di Carovigno del Partito comunista

SANTA SABINA (Carovigno) - Un lento degrado, che sta modificando l'ambiente costiero di non poche località del litorale della provincia di Brindisi, anche con "sconfinamenti" vandalistici nelle aree protette da vincoli ambientali e paesaggistici, come è accaduto alle dune fossili della spiaggia di Pennagrossa. Ma ciò di cui parla questo caso ha un altro segno: quello dell'incuria e dell'indifferenza verso il patrimonio naturale pubblico.

Per anni la spiaggia della Mezzaluna a Santa Sabina, in territorio di Carovigno, è stata nel mirino della speculazione edilizia con risultati visibili a tutti, con prevalenza dell'interesse privato su quello generale, seguendo la strada della cementificazione piuttosto che quella della conservazione e valorizzazione dei beni ambientali. I turisti non cercano case, ma spiagge e luoghi curati e tutelati, anche perchè molti di loro hanno esperienze di altre aree europee da questo punto di vista molto avanzate.

Cuscini di timo sulle dune della Mezzaluna, a Santa Sabina, nel 2015-2

Si è inseguito invece l'affare dell'espansione degli affitti (per la maggior parte in nero), e di una offerta turista di qualità mediocre al confronto con quella di zone anche molto vicine. Così la Mezzaluna sta progressivamente scomparendo. Era lo sbocco in mare di una antichissima lama, i canaloni naturali scavati dal deflusso millenario delle acque verso il mare, con una spiaggia profonda chiusa alle spalle da una zona umida. Adesso è un lembo sabbioso circondato da costruzioni.

E le dune cosparse di cuscini di timo sono ora percorse da sterrati percorribili in auto. la denuncia arriva dalla sezsione di carovigno del Partito comunista: "A Torre Santa Sabina, località Mezzaluna, tra le dune vandalizzate, sparisce una parte di macchia mediterranea e di cuscini di timo, al loro posto spuntano strade sterrate. E’ incuria o tentativi reconditi  di gestioni privatistiche dell’ultima isola naturale ancora incontaminata?", si legge in una breve nota.

Dune della Mezzaluna a Santa Sabina, la situazione attuale-2

"Vogliamo sperare  che si tratti di semplice incuria dovuta all’incapacità amministrativa di manutenzione e di tutela degli spazi pubblici.  L’amministrazione comunale  deve provvedere da subito alla messa in sicurezza dell’area. Alla realizzazione di un progetto  per la salvaguardia delle grotte,  per il rifacimento delle dune  e  per la messa a dimora di nuovi cuscini di timo", è la richiesta. nelle foto allegate, si può vedere come si presentavano le dune della Mezzaluna qualche anno fa (2015) e come si presentano oggi. Eloquente.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Caro Boris non ti devi auto flagellare,ho assistito al sollevamento di coperchio di tombini in pieno centro di Santa Sabina e vuotare secchioni di acqua sporca nella condotta fognaria non ancora collegata come si dovrebbe. Caro signore, come si fa a dire al villeggiante casuale che fa pic -nic nel parco dei pini di portarsi via i resti dei pasti. Ti assicuro non sono un fifone ma ci sono certi ceffi da far riflettere prima di fare delle dimostranze di civiltà. Io propongo di fare una campagna di sensibilizzazione nei comuni limitrofi che ogni fine settimana si riversano nella Marina di Carovigno.Speriamo, se campiamo, in una prossima estate piu pulita, il resto alla prossima.

  • Signora perché sposta il masso di pietra che il Comune a messo apposta per evitare che i veicoli è moto scorazzino a piacimento sulle dune? Risposta: fatti i fatti tuoi, non c'é cartello di interdizione (cartello di divieto di accesso sradicato da almeno 2 anni, abito in prossimità). Constatate le impronte cingolato sulle dune della foto non sarà difficile trovare la risposta; il silenzio é complice. Parlandone con i miei concittadini sono stato consigliato di pensare a tirare a campare e, proveniendo da un paese dove sono stato emigrante, a non dare lezioni di civiltà..Di grazia ditemi se é civile farsi insultare non solo come straniero dove siamo stati emigrati, ma dobbiamo sopportarlo anche dai nostri concittadini. Diamoci una mossa prima che sia troppo tardi perché a Carovigno ci sono tante persone civili ed educate. Cordialmente, un carovignese arrabbiato.

  • aspettarsi civiltà durante l'estate lungo le coste mi pare assurdo dato che i locali pugliesi e campani sono paragonabili a degli animali della peggiore razza. basti guardare l'immondizia abbandonata non solo nei centri abitati dove intelligentemente sanno che potrebbero essere visti da telecamere, ma anche nelle nostre campagne in strade poco percorse. Sono pugliese vivo nella provincia Brindisina e ormai siamo solo stati capaci a copiare il negativo della campania della camorra della terra dei fuochi dell'accusare le istituzioni come se quest'ultime avessero mente e braccia...e invece siamo NOI!!! facciamo schifo questo e il nostro futuro reale e non le belle immagini modificate appositamente trasmesse per propaganda del territorio.

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Auto contro moto sulla panoramica: morto un imprenditore

  • Sport

    Happy Casa bella a metà: Cremona la spunta anche stavolta

  • Attualità

    “Briatore, vieni a Brindisi: qui ci sono giovani che lavorano”

  • Cronaca

    Poliziotti di Brindisi e Lecce trovano esplosivo in un trullo

I più letti della settimana

  • Assalto armato al supermercato Eurospin: caccia a due banditi

  • "Hanno fatto bene a Foggia che vi hanno sparato": denunciato per vilipendio

  • Auto contro moto sulla panoramica: morto un imprenditore

  • Aveva pistola, droga e banconote false: arrestato nel parcheggio Auchan

  • Auto travolge ciclista sul marciapiede: tre feriti

  • Trovato dai ricercatori universitari a Triggiano il vettore della Xylella

Torna su
BrindisiReport è in caricamento