Spiagge e campagne a misura di turista: Spiga verde a Ostuni

La Città Bianca ha ottenuto per la quarta volta il riconoscimento, nel corso di una cerimonia svoltasi a Roma

OSTUNI - Come le località balneari hanno la “bandiera blu”, i Comuni rurali hanno le “spighe verdi”. E Ostuni, nel suo vasto territorio, racchiude entrambe le caratteristiche: località balneare e comune rurale.  La Città Bianca ha ricevuto la sua quarta “Spiga verde” nel corso di una cerimonia che si è svolta questa mattina a Roma presso Palazzo della Valle sede di Confagricoltura. 

Per il Comune di Ostuni c’era l’assessore all’ambiente, Paolo Pinna che ha sottolineato l’importanza della collaborazione tra Fee Italia e Confagricoltura con l’obiettivo di adattare i principi e la metodologia della ben nota certificazione “Bandiera Blu” alla realtà dei comuni rurali della nostra penisola. 

“Tale riconoscimento” spiegano il Sindaco Guglielmo Cavallo e l'assessore all'ambiente Paolo Pinna “conferma l'impegno dell’amministrazione comunale per la tutela e valorizzazione non solo dei territori costieri ma anche delle aree rurali. In particolare la conservazione del paesaggio, l’uso del suolo, la valorizzazione dei centri storici e gli aspetti culturali dei luoghi, per finire con lo sviluppo turistico e l’educazione ambientale. Il ringraziamento va allo staff dell'ufficio ambiente ed al Parco della Dune Costiere che ha fornito un supporto importante nella presentazione del dossier premiato dalla Fee Italia e da Confagricoltura”.

Lo scopo è quello di definire nei territori rurali un livello di sviluppo ambientale e turistico che risponda a parametri di vera qualità. Il tutto nella consapevolezza che l’ambiente si difende attraverso una programma-zione che, attraverso un vero approccio culturale, riesce ad esprime e valorizzare il brand che gli stessi terri-tori sono in grado di esprimere, conservare e tutelare, attraverso emergenze paesaggistiche, culturali, produ-zioni tipiche e di nicchia, bellezze architettoniche e tutto ciò che i Comuni rurali sono in grado di esprimere.  

Il programma “Spighe Verdi”, sviluppato da Fee Italia – Foundation for Enviromental Education e Confa-gricoltura, ha lo scopo di favorire lo sviluppo sostenibile dell’ambiente nei Comuni rurali, attraverso un si-stema di certificazione volontario, collaudato in oltre 30 anni di esperienza internazionale con il programma “Bandiera Blu”.“ L’esperienza di Fee nella gestione del programma internazionale “Bandiera Blu”, si integrerà con i principi del progetto EcoCloud di Confagricoltura, esempio di come le aziende agricole possano attuare pratiche sostenibili che coinvolgano e migliorino tutta l’azienda nei suoi aspetti ambientali, economici e sociali.

Potrebbe interessarti

  • Dopo Ferragosto, in forma con la dieta detox

  • Potassio, usi e benefici: perché assumerlo e gli alimenti che lo contengono

  • Falsi amici: gli alimenti che mangi per dimagrire, invece fanno ingrassare

  • Topi, sporcizia e inciviltà: il parco del Cillarese sprofonda nel degrado

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla superstrada: camionista travolto e ucciso da un'auto

  • Pulmino si schianta contro un albero: feriti sette braccianti, due sono gravi

  • Locali e attrezzature sporchi e ragnatele sulle pareti: chiuso panificio

  • Incidente al solito incrocio tra le provinciali: coinvolti due auto e un camion

  • Auto si ribalta sulla superstrada: illesi tre giovani brindisini

  • Botte a mamma, papà e sorella per avere soldi: arrestato un giovane

Torna su
BrindisiReport è in caricamento