"A mano, a mano per Torre Guaceto”: anche nonni e nipoti ripuliscono la spiaggia

Domenica mattina la Riserva è stata presa d’assalto dai volontari che hanno aderito all’evento organizzato dal Consorzio di Gestione dell’area protetta

Domenica mattina la Riserva è stata presa d’assalto dai volontari che hanno aderito all’evento organizzato dal Consorzio di Gestione dell’area protetta “A mano, a mano per Torre Guaceto”.  Nonni con nipotini, famiglie intere, amici, bimbi, tanti bambini ed altrettanti adulti e ragazzi provenienti anche dalle province di Bari e Lecce. Domenica si è celebrato l’amore per la Riserva e l’ambiente in via generale e lo si è fatto in totale sicurezza. L’obbiettivo della giornata era quello di ripulire le spiagge della zona A dai rifiuti spiaggiati ed è stato brillantemente raggiunto. 

Tenendosi a distanza di sicurezza l’uno dall’altro, i gruppi di volontari si sono sparpagliati lungo tutta la laguna della torre aragonese e, in appena 2 ore, hanno riempito 115 sacchi di materiale portato dal mare.  E’ stato uno spettacolo edificante. I tanti che hanno preso parte alla pulizia di comunità, avrebbero potuto passare la loro domenica mattina in altro modo, magari svolgendo attività più rilassanti, e, invece, no, hanno deciso di sostenere il Consorzio di Gestione di Torre Guaceto e la Riserva stessa, “sporcandosi le mani”.

6672588-2

La loro buona volontà ha sortito più effetti benefici per l’area protetta. Non solo le spiagge della zona con l’ecosistema più delicato dell’intera Riserva sono state liberate dai rifiuti, in più l’area è stata presidiata contro chi, in barba al Regolamento della Riserva e disprezzando l’ambiente, vuole fare il bagno nella zona A ed assumere comportamenti inappropriati. “A mano, a mano per Torre Guaceto” è stato un vero e proprio inno alla Riserva e non rimarrà un evento sporadico.  Ci sarà una terza edizione dell’evento e si farà subito perché ogni occasione di sensibilizzazione delle comunità locali sul tema della tutela dell’ambiente è importante. 

3530542-2

La manifestazione si rifarà perché purtroppo non hanno potuto prendervi parte numerose associazioni e decine di cittadini che avrebbero voluto aderire. Si rifarà perché la zona A di Torre Guaceto merita di essere presidiata costantemente e, non avendo autorità di polizia giudiziaria, oltreché potendo contare su risorse esigue, il Consorzio non può vigilare h24 sull’intera area protetta.  “A mano, a mano per Torre Guaceto” tornerà il prossimo 5 luglio. Nei prossimi giorni saranno aperte le iscrizioni alla giornata di pulizia e le modalità per l’adesione saranno comunicate attraverso il sito e la pagina istituzionale dell’ente.

8542706-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Questi eventi sono ossigeno per noi – ha commentato il presidente del Consorzio, Corrado Tarantino -, in queste occasioni ci sentiamo meno soli nelle sfide quotidiane che dobbiamo affrontare per proteggere la Riserva. E’ bello vedere quanta gente vuole bene a Torre Guaceto, quanti bimbi stanno imparando che la natura va rispettata. E’ bello raccogliere i frutti degli sforzi che il Consorzio profonde su questo fronte sin dalla sua istituzione. Ho già ringraziato i volontari che ci hanno raggiunti domenica, ma ci tengo a ribadirlo: grazie a chi vuole bene alla Riserva, grazie a chi si impegna in prima persona per la sua tutela e grazie anche al Centro velico Torre Guaceto che ci ha permesso di organizzare l’evento aprendoci le sue porte”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spari contro il balcone di un'abitazione: feriti marito e moglie

  • Brindisi: i carabinieri scoprono undici furbetti del reddito di cittadinanza

  • Notte movimentata: rissa tra giovani e spari contro un'auto

  • Furti d'auto in trasferta: identificati e arrestati due brindisini

  • Dal cantiere alle campagne: arrestati i vertici dell'Anonima rifiuti

  • Era senza, gli prestano mascherina. Il capotreno lo fa scendere

Torna su
BrindisiReport è in caricamento