Case popolari: "Non in regola 862 affittuari". Il Comune ora batte cassa

Il sindaco Rossi: "In questi giorni partiranno le richieste di regolarizzazione dei canoni di affitto per gli ultimi 5 anni.Chi è in reale difficoltà verrà aiutato". I fitti per la gran parte vanno dai 25 ai 50 euro al mese

BRINDISI – Su 1100 case popolari assegnate ben 862 affittuari non sono in regola. Ma adesso, dopo anni di lassismo, il Comune di Brindisi “cambia registro”. Il sindaco Riccardo Rossi ha annunciato sul proprio profilo Facebook che in questi giorni, “dopo un lavoro durato quasi quattro mesi”, partiranno le richieste di regolarizzazione dei canoni di affitto per gli ultimi 5 anni”.  “Uno dei principali impegni presi in campagna elettorale – afferma il primo cittadino - era quello di fare chiarezza su questo autentico scandalo della politica cittadina”. 

Tutti e 862 gli affittuari non in regola “oggi hanno tutti la possibilità di aderire ad un piano di rientro biennale”. Si tratta di fitti che per la gran parte vanno dai 25 ai 50 euro al mese. “In questo modo - si legge ancora nel post di Rossi - avremo anche chiaro il quadro dei reali occupanti”.

Il sindaco rimarca che “mai nessuno lo aveva fatto”. “Il perché?  - si chiede il sindaco - semplice sul silenzio e sulle mancate richieste di regolarizzazione si sono costruite ‘carriere politiche’ di personaggi improbabili. Questa pratica ha impedito per anni a tantissime persone di vedersi assegnata una casa, le mancate riscossioni impediscono le manutenzioni”. 

“Con quanto incasseremo - spiega Rossi - avvieremo infatti un programma di manutenzione straordinaria. Da oggi si cambia registro. Le situazioni verranno tutte vagliate e chi è in reale difficoltà verrà aiutato, per gli altri occorre mettersi in regola”.

“Dopo gli sgomberi degli occupanti abusivi che impediscono con la forza a tantissimi concittadini in graduatoria di vedersi assegnata una casa – conclude - oggi regolarizziamo gli affitti. Anche così, con il rispetto delle regole, cambia una città”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'ultimo saluto a "Donna Jolanda" tra lacrime e lunghi applausi

  • Morta la mamma di Albano Carrisi, la sua "origine del mondo"

  • Assalto armato al bar: un cliente dà l’allarme, banditi subito circondati

  • I fratelli Gargarelli di Brindisi conquistano la finale di Tu sì que vales

  • Ciao Grazia, mamma coraggiosa: borsa di studio per i suoi due bimbi

  • Bomba, sindaco firma ordinanza per evacuazione: denuncia per chi resta

Torna su
BrindisiReport è in caricamento