menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

"Aziende del lungomare, niente tributi”

BRINDISI - «L'Amministrazione comunale aiuti commercianti e imprenditori del lungomare Regina Margherita, concedendo loro ciò che la legge prevede, ossia di non pagare i tributi locali». È l'invito che Enzo Albano, ex consigliere comunale del PD e rappresentante dell'associazione Guido Rossa, rivolge al sindaco Mimmo Consales.

La banchina di lungomare Regina Margherita

BRINDISI - «L'Amministrazione comunale aiuti commercianti e imprenditori del lungomare Regina Margherita, concedendo loro ciò che la legge prevede, ossia di non pagare i tributi locali». È l'invito che Enzo Albano, ex consigliere comunale del PD e rappresentante dell'associazione Guido Rossa, rivolge al sindaco Mimmo Consales.

«I comuni -scrive Albano - possono deliberare agevolazioni sui tributi di loro competenza, fino alla totale esenzione per gli esercizi commerciali e artigianali situati in zone precluse al traffico, a causa dello svolgimento di lavori per la realizzazione di opere pubbliche, che si protraggono per oltre sei mesi. Lo prevede il comma 86 dell'articolo 1 della legge 549 del 28 dicembre 1995, che stabilisce un ristoro alle imprese e dalle attività commerciali che subiscono danni derivanti da lavori di pubblica utilità che si protraggono oltre un certo limite».

Secondo l'ex consigliere comunale, il Comune di Brindisi non ha ancora applicato questa legge, nonostante siano già trascorsi otto mesi dal 28 novembre 2011, giorno in cui hanno avuto inizio i lavori di riqualificazione di viale Regina Margherita.

«I titolari delle attività operanti in zona hanno più volte rappresentato le difficoltà in cui si dibattono e i danni provocati dal perdurare dei lavori, che hanno comportato il transennamento dell'ampio fossato ricavato in tutta la zona centrale del viale e la delimitazione della viabilità ad un disagevole e angusto tratto pedonale prospiciente le attività imprenditoriali e commerciali ed ad un ristretto e tortuoso percorso, attiguo alla banchina, per i passaggio dei mezzi motorizzati».

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Cronaca

      Ex Di Summa: medico volontario precipita dal quinto piano e muore

    • Cronaca

      Spari e due feriti in via Cellini, al quartiere S.Elia di Brindisi

    • Cronaca

      Inseguimento a 200 all'ora: trovati con kalashnikov

    • Cronaca

      “Coca micidiale”: in due quaderni nomi e importi. Svelati gli omissis di Fornaro

    Torna su