Bollenti spiriti, ma in umido

S.VITO DEI NORMANNI - Il Comune di S.Vito dei Normanni aveva ottenuto dalla Regione Puglia un finanziamento per un secondo intervento per porre rimedio al degrado dell'ex stabilimento vinicolo Fadda, nell'ambito del progetto Bollenti Spiriti.

L'ex stabilimento vinicolo Fadda

S.VITO DEI NORMANNI - Il Comune di S.Vito dei Normanni aveva ottenuto dalla Regione Puglia un finanziamento per un secondo intervento per porre rimedio al degrado dell'ex stabilimento vinicolo Fadda, nell'ambito del progetto Bollenti Spiriti.

Ma dopo il degrado seguito al primo intervento di alcuni anni addietro (con altri fondi pubblici), la situazione pare non sia cambiata. ne vuole sapere di più il consigliere comunale dl Pd, Valerio Longo, che ha inviato una interrogazione a riposta scritta al presidente del consiglio comunale, all'assessore comunale ai Lavori pubblici, Luigi Boggia, e a quello ai Servizi sociali, Enzo Nigro.

Eccone il testo: "Premesso che che sono pervenute alcune segnalazioni da parte di privati cittadini sullo stato in cui versano alcuni locali dell’ex Fadda; che, recatomi sul posto, ho potuto constatare personalmente, in particolare nei vani che ospitano il Centro di Aggregazione Giovanile, l’insalubrità di detti locali per l’elevato grado di umidità e l’assenza di ricircolo d’aria negli ambienti, attesa la totale mancanza di deumidificatori e/o climatizzatori e l’impossibilità di aprire l’unico “lucernario” presente;

che, tale incresciosa situazione si appalesa di notevole nocumento per i ragazzi che usufruiscono del Centro (peraltro quest’anno aumentati di numero) che sono costretti a restare nei locali a loro destinati non potendo, il più delle volte, neanche uscire nel corridoio poiché le loro attività sono incompatibili con le altre pure allocate presso lo stesso immobile; che, recentemente l’immobile è stato oggetto di una completa ristrutturazione, che ha visto impegnata finanziariamente anche l’Amministrazione Comunale, alla luce del fatto che lo stabile è inserito nel progetto della Regione Puglia “Bollenti Spiriti” e conseguentemente gode dei contributi previsti dal Bando;

che, già nel mese di luglio 2010, i consiglieri comunali ed il segretario cittadino del Pd di San Vito dei Normanni avevano effettuato un sopralluogo presso lo Stabilimento “ex Fadda” riscontrando la presenza di vistose infiltrazioni ed umidità in molti ambienti e l’A.C. si impegnò ad intervenire con urgenza, vista anche la imminente inaugurazione puntualmente avvenuta;

interroga l'assessore competente per sapere se è a conoscenza della problematica evidenziata; se non ritiene necessario un intervento urgente per eliminare le cause che rendono insalubri i locali allocando un deumidificatore o un climatizzatore; se non ritiene necessario individuare, anche all’interno della stessa struttura “Ex Fadda”, altri locali da assegnare alle funzioni del Centro di Aggregazione Giovanile, che, per le particolari attività svolte (teatro, musica, ecc.) necessita di spazi adeguati ed indipendenti;

se corrisponde al vero che non risultano ancora formalizzati i contratti (a progetto?) e conseguentemente i pagamenti della retribuzione per l’attività svolta dagli operatori impegnati nei singoli laboratori avviati lo scorso giugno;

e chiede che, con risposta scritta, spieghi le motivazioni per le quali non si è, sinora, intervenuti, le determinazioni ed i provvedimenti che si intendono prendere e la tempistica di intervento".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente nella notte, quattro giovani feriti. "Ringrazio i medici"

  • Dramma a Savelletri: cadavere di un uomo ritrovato sugli scogli

  • Brindisi: tentatato suicidio in carcere. Detenuto salvato da un agente

  • Furto di trattore si conclude con inseguimento, incidente e arresto

  • Detenuto ai domiciliari ingerisce acido: morto dopo dieci giorni di agonia

  • Brindisi: al Perrino impiantato nuovo neurostimolatore in paziente affetto da Parkinson

Torna su
BrindisiReport è in caricamento