Brigante, Sel, IdV: "Partire da zero"

BRINDISI – Ufficialmente la posizione con la quale Sel, Italia dei valori e “Sviluppo e lavoro” si presenteranno al vertice del Centrosinistra sarà sintetizzata in un documento politico e resa pubblica nella mattinata di domani. Nella sostanza, però, la linea comune della Sinistra brindisina da servire sul tavolo della "larga alleanza" è già stata assodata, nel corso di un incontro fiume, terminato in serata. Premessa per provare a costruire uno schieramento che, inglobando movimenti espressione della società civile, abbracci sia Udc che Sel? Il congelamento delle due canditure emerse: quella del consigliere regionale Giovanni Brigante (formalizzata nei giorni scorsi dal movimento Sviluppo e Lavoro”) e quella del giornalista Mimmo Consales (già presentata dal Pd)

Toni Matarrelli

BRINDISI – Ufficialmente la posizione con la quale Sel, Italia dei valori e “Sviluppo e lavoro” si presenteranno al vertice del Centrosinistra sarà sintetizzata in un documento politico e resa pubblica nella mattinata di domani. Nella sostanza, però, la linea comune della Sinistra brindisina da servire sul tavolo della "larga alleanza" è già stata assodata, nel corso di un incontro fiume, terminato in serata. Premessa per provare a costruire uno schieramento che, inglobando movimenti espressione della società civile, abbracci sia Udc che Sel? Il congelamento delle due canditure emerse: quella del consigliere regionale Giovanni Brigante (formalizzata nei giorni scorsi dal movimento Sviluppo e Lavoro”) e quella del giornalista Mimmo Consales (già presentata dal Pd).

“Sostanzialmente - spiega Toni Matarrelli (Sel) – domani chiederemo al Partito democratico e alle forze di centro di dare seguito alle dichiarazioni di intenti con le quali in settimana si è preso atto della necessità di aprire la coalizione anche a quei movimenti espressione del sano fermento della società civile brindisina. Per costruire questo progetto politico amministrativo di ampio respiro è necessario, evidentemente, che sia accantonata per il momento ogni valutazione sulle candidature a sindaco. Il che non significa né passo indietro né ritiro da parte di alcuno. Semplicemente torneremo ad esaminare le proposte sul tavolo, senza pregiudizi e paletti, una volta che sia maturato il confronto sui programmi e sui progetti per la città”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non aggiunge altro Matarrelli, salvo dare atto a Giovanni Brigante della disponibilità offerta a rivedere in questi termini la propria disponibilità a scendere in campo: “Il senso di responsabilità manifestato da Brigante è la prova della volontà della sinistra brindisina di dare corso a un confronto che possa davvero aprire la strada ad una larga coalizione, così come auspicato, tra gli altri, dai dirigenti e da tanti militanti del Pd. Personalmente sono molto fiducioso e certo che i Democratici, cogliendo i segnali di apertura, sapranno farsi carico di questa importante opportunità di dialogo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Altri 23 casi in provincia di Brindisi: il bilancio sale a quota 148

  • Addio a Nanuccio il pescatore: da 12 giorni attendeva l'esito del tampone

  • Paziente muore in ambulanza. Sgomberata Pneumologia

  • Azzeramento dei contagi in Puglia: le proiezioni di un centro di ricerca

  • Scu, si è suicidato il pentito Sandro Campana: accusò il fratello Francesco

  • Carovigno, imprenditore dona buoni spesa da 30 euro per persone in difficoltà

Torna su
BrindisiReport è in caricamento