Consales a Renzi: rispetta le regole

BRINDISI – Matteo Renzi seguendo la via francigena delle primarie che porta sino a Lecce, fa tappa a Brindisi? E allora un attimo, perché il suo collega Mimmo Consales, iscritto allo stesso partito, ha qualcosa da dirgli su regole e non regole. “Il centro sinistra dovrà scegliere il suo candidato premier sulla base di regole precise e ponderate, senza lasciare spazio al caos verificatosi durante precedenti esperienze di elezioni primarie”, è il messaggio di Consale per il primo cittadino di Firenze. E Consales lo fa nella veste “anche di coordinatore regionale della Puglia dei sindaci del Partito Democratico”.

Matteo Renzi

BRINDISI – Matteo Renzi seguendo la via francigena delle primarie che porta sino a Lecce, fa tappa a Brindisi? E allora un attimo, perché il suo collega Mimmo Consales, iscritto allo stesso partito, ha qualcosa da dirgli su regole e non regole. “Il centro sinistra dovrà scegliere il suo candidato premier sulla base di regole precise e ponderate, senza lasciare spazio al caos verificatosi durante precedenti esperienze di elezioni primarie”, è il messaggio di Consale per il primo cittadino di Firenze. E Consales lo fa nella veste “anche di coordinatore regionale della Puglia dei sindaci del Partito Democratico”.

Consales non è convinto che la deregulation sia utile ad un risultato chiaro delle primarie di coalizione: “Le perplessità che esprime Matteo Renzi circa la possibilità di disciplinare l’accesso al voto durante le primarie creano un’ombra sulla effettiva volontà del primo cittadino di Firenze di consentire al Partito Democratico ed al centro sinistra di offrire al Paese una leadership competente ed autorevole”, ritiene il sindaco di Brindisi.

“La crisi in cui versa il Paese non può consentire in alcun modo il ricorso ad un voto qualunquista, al di fuori di qualsiasi valutazione di carattere politico, ma basato semplicemente sulle campagne di acquisizione che spesso contraddistinguono le fasi elettorali, in questo caso anche nelle primarie. Matteo Renzi, pertanto, accetti che si vada a votare con regole certe e, quindi, con elettori motivati, responsabili e per nulla timorosi di dovere dimostrare pubblicamente di condividere idee e programmi del centro sinistra”, dice Consales, prevedendo non inediti tentativi di inquinare il voto degli elettori del centrosinistra.

“E lo faccia subito, soprattutto perché da più parti emerge con chiarezza che i suoi comitati stanno reclutando a piene mani anche nel centrodestra – conclude infatti Mimmo Consales - . Elettori che, si badi bene, tornerebbero a votare per Berlusconi nelle elezioni ‘vere’. E già che ci siamo Renzi confermi anche, nel caso di sconfitta, il pieno e totale appoggio al Partito Democratico. Solo in questo modo, sarà un competitor rispettato e credibile agli occhi di tutti gli iscritti e simpatizzanti del Partito Democratico in Italia”.

Probabilmente Consales ha preso spunto dal fatto che l’organizzatore della mini-convention di sabato pomeriggio alle 15,30 con Renzi (preso la volo) a Brindisi, sia un consigliere comunale che con la sinistra c’entra poco, Francesco Renna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz dei carabinieri contro la Scu: 37 arresti per droga, armi ed estorsioni

  • Incidente nella notte, quattro giovani feriti. "Ringrazio i medici"

  • Cellino, nuovo boato nella notte: bomba carta fatta esplodere per strada

  • Operazione Synedrium: i pizzini, le armi e il ruolo delle donne

  • Furto di trattore si conclude con inseguimento, incidente e arresto

  • Synedrium: “Estorsioni anche agli ambulanti del mercato di Sant’Elia”

Torna su
BrindisiReport è in caricamento