Debiti con l'Università: un mistero buffo

BRINDISI - La questione del debito dell'Amministrazione comunale con il Polo Universitario si fa più ingarbugliata del previsto: la somma dovuta di 1 milione 700 mila euro dovuta dal Comune e confermata dal sindaco Consales durante la conferenza stampa di fine anno, sarebbe un debito fuori bilancio, cioè mai iscritto nel bilancio previsionale.

Angelo ROMA

BRINDISI - La questione del debito dell'Amministrazione comunale con il Polo Universitario si fa più ingarbugliata del previsto: la somma dovuta di 1 milione 400 mila euro dovuta dal Comune e confermata dal sindaco Consales durante la conferenza stampa di fine anno, sarebbe un debito fuori bilancio, cioè mai iscritto nel bilancio previsionale.

Come è potuto accadere, visto che con l’Università esiste una convenzione (della durata di 20 anni) tra Provincia, Comune, Camera di Commercio e Università del Salento, che prevede il pagamento di un canone annuo da parte del Comune di Brindisi?

La risposta al quesito l'avrebbe data il capo di gabinetto Angelo Roma nel corso dell'ultima riunione della commissione Bilancio: «Negli anni 2010-2011 la voce in bilancio, pur in presenza di una convenzione, non è stata prevista».

Per il consigliere comunale Riccardo Rossi (Brindisi Bene Comune) si tratta dell'ennesimo mistero brindisino: «Come mai in presenza di una convenzione recepita in bilancio con voci e pagamenti nel 2008-09, successivamente si perde traccia di questa voce di spesa e non c’è nessuna posta in bilancio negli anni 2010-2011, mentre la stessa riappare nel 2012?».

La risposta è sempre di Roma: «Non c’erano soldi e non essendoci urgenza si è preferito rinviare ai bilanci successivi, anche perchè l’Università non aveva inviato il resoconto delle attività». Col senno di poi, la decisione dell'amministrazione Mennitti appare alquanto bizzarra.

Oggi la giunta Consales vuole sanare la situazione. Ma la relazione del settore per preparare la delibera di approvazione del debito fuori bilancio è arrivata al Presidente del Consiglio Luciano Loiacono il 21 dicembre scorso, e quest'ultimo ha ritenuto che non ci fossero i tempi per una approvazione in Consiglio comunale tra Natale e Capodanno.

«A questo punto - spiega Rossi - essendo, entrati nell’esercizio 2013, tale cifra non può più essere considerata un debito fuori bilancio, poiché il bilancio 2012 è chiuso, ma deve trovare un capitolo ad hoc nel bilancio di previsione 2013. Quando? Campa cavallo…».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attentato a Brindisi: bomba devasta l'ingresso di un bar in viale Commenda

  • Bollo auto e Documento unico di circolazione, le novità 2020

  • Muore schiacciato da un trattore: tragedia nelle campagne

  • Quanto costa una casa a Brindisi quartiere per quartiere

  • Lite in un locale: un uomo ferito al collo con un bicchiere rotto

  • Inseguimento si conclude con arresto, denunce e ritrovamento di auto rubata

Torna su
BrindisiReport è in caricamento