Porto: “Sì di Minervini al tavolo di crisi”

BRINDISI - “La situazione di paralisi venutasi a creare nel Porto di Brindisi, in parte figlia della crisi che sta attanagliando la Grecia e gli altri paesi d’oltre Adriatico,sarà presto al centro di un tavolo tecnico”. Raccogliendo le sollecitazioni rivoltegli in mattinata dai consiglieri regionali Giovanni Epifani (Pd) e Giovanni Brigante (La Puglia per Vendola), l’assessore regionale alle Infrastrutture e Trasporti, Claudio Minervini, ha annunciato la convocazione a breve delle Istituzioni competenti (Autorità portuale, Comune di Brindisi, Provincia, Regione, armatori ed operatori del settore) per analizzare quanto sta accadendo nelle acque, sempre più desolate, del porto brindisino. Queste, almeno, le garanzie che i due rappresentanti consiliari affermano di aver ricevuto dall’assessore, che inseguito telefonicamente per tutta la giornata, non ha trovato un minuto di tempo per spiegare, anche ai lettori di BrindisiReport, il suo punto di vista.

Giovanni Epifani

BRINDISI - “La situazione di paralisi venutasi a creare nel Porto di Brindisi, in parte figlia della crisi che sta attanagliando la Grecia e gli altri paesi d’oltre Adriatico,sarà presto al centro di un tavolo tecnico”.  Raccogliendo le sollecitazioni rivoltegli in mattinata dai consiglieri regionali Giovanni Epifani (Pd) e Giovanni Brigante (La Puglia per Vendola),  l’assessore regionale alle Infrastrutture e Trasporti, Claudio Minervini, ha annunciato la convocazione a breve delle Istituzioni competenti (Autorità portuale, Comune di Brindisi, Provincia, Regione, armatori ed operatori del settore) per analizzare quanto sta accadendo nelle acque, sempre più desolate, del porto brindisino. Queste, almeno