Faccia a faccia Vendola-Ferrarese: "Colloquio cordiale"

BARI - Non si sono incontrati alla manifestazione anti-rigassificatore del 19 giugno scorso, con qualche coda di polemiche anche se Vendola ha cercato di difenderlo dai fischi. Lui ha attaccato durante la Regione Puglia per le politiche sanitarie varate dall'assessore Tommaso Fiore, poi ha riattaccato sul fronte Alenia, mentre a Bari si lavorava concretamente per una soluzione. Ultimo strale diretto anche a Bari, oltre che al Comune di Brindisi, quello del ritardo nella firma delle convenzioni. Ma oggi Nichi vendola e Massimo Ferrarese sono arrivati al faccia a faccia.

Il presidente della Provincia Massimo Ferrarese

BARI - Non si sono incontrati alla manifestazione anti-rigassificatore del 19 giugno scorso, con qualche coda di polemiche anche se Vendola ha cercato di difenderlo dai fischi. Lui ha attaccato durante la Regione Puglia per le politiche sanitarie varate dall'assessore Tommaso Fiore, poi ha riattaccato sul fronte Alenia, mentre a Bari si lavorava concretamente per una soluzione. Ultimo strale diretto anche a Bari, oltre che al Comune di Brindisi, quello del ritardo nella firma delle convenzioni. Ma oggi Nichi vendola e Massimo Ferrarese sono arrivati al faccia a faccia, e la conclusione sembra quella di una normalizzazione dei rapporti, proprio quando la deriva rischiva di portare Ferrarese lontano dagli alleati (PD incluso) con i quali ha vinto alle Provinciali del 2009.

Ecco cosa dice la nota emanata dall'uffucio stampa della Regione Puglia sull'incontro. "Si è svolto oggi a Bari un cordiale e lungo colloquio tra il presidente Vendola e il presidente della Provincia di Brindisi, Massimo Ferrarese. Durante l’incontro sono stati affrontati tutti i principali dossier di interesse regionale che riguardano Brindisi e il suo territorio: Enel, Alenia, sanità e sistema aeroportuale".

Su tutti i temi trattati, fa sapere la presidenza della Regione, "è stata registrata una sostanziale e proficua convergenza di vedute. A seguito del faccia a faccia si è provveduto a contattare i vertici dell’Enel per fissare un incontro operativo ai fini di sottoscrivere il protocollo d’intesa sulle opere di ambientalizzazione nel prossimo mese di settembre, coinvolgendo nella stesura e nella firma tutti i livelli istituzionali interessati". Non si sa invece se è stato affrontato il tema rigassificatore, ma è molto probabile che ciò sia avvenuto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale sulla superstrada: lunedì i funerali del dipendente comunale

  • Omicidio Carvone: nuovi arresti per una sparatoria

  • Violento scontro fra auto e scooter a Brindisi: grave un 15enne

  • Bollo auto non pagato: condono per importi fino a 1000 euro

  • Schiva una coltellata e costringe il bandito a mollare il bottino

  • Minacce e fucilata tra i bambini prima dell'agguato mortale

Torna su
BrindisiReport è in caricamento