Il sindaco di S.Vito avvocato del Comune di Carovigno, si accende di nuovo la polemica

S.VITO DEI NORMANNI - Ha ricevuto il sostegno dell'Ordine forense e della Camera penale: esercitare il dovere di difesa è sacrostanto anche quando si ricopre una carisca istituzionale. L'avvocato resta un avvocato anche da sindaco. Ma ci sono anche una ragione politica ed una di opportunità legate alla carica: mai il sindaco-avvocato può diventare controparte dell'amministrazione che rappresenta, difendo interessi e posizioni contrarie a quelle della comunità Su questo si è avvitata qualche mese fa a S.Vito dei Normanni la querelle tra l'opposizione di centrosinistra e il sindaco Alberto Magli del Pdl, quando quest'ultimo assunse la difesa di Francesco Bello, imputato di usura. Ora un nuovo caso, e in campo sempre Magli e l'opposizione.

Il sindaco di San Vito Alberto Magli

S.VITO DEI NORMANNI - Ha ricevuto il sostegno dell'Ordine forense e della Camera penale: esercitare il dovere di difesa è sacrostanto anche quando si ricopre una carisca istituzionale. L'avvocato resta un avvocato anche da sindaco. Ma ci sono anche una ragione politica ed una di opportunità legate alla carica: mai il sindaco-avvocato può diventare controparte dell'amministrazione che rappresenta, difendo interessi e posizioni contrarie a quelle della comunità Su questo si è avvitata qualche mese fa a S.Vito dei Normanni la querelle tra l'opposizione di centrosinistra e il sindaco Alberto Magli del Pdl, quando quest'ultimo assunse la difesa di Francesco Bello, imputato di usura. Ora un nuovo caso, e in campo sempre Magli e l'opposizione.

Intanto la curiosità che, sempre nel principio del diritto ad esercitare la propria professione, il sindaco di S.Vito è diventato anche uno degli avvocati del vicino Comune di Carovigno. Poi il possibile conflitto di interesse, almeno secondo il Partito democratico di S.Vito. "Ormai non riusciamo più a stargli dietro, e vorremmo usare questa frase per le tante iniziative che intraprende a vantaggio dei cittadini sanvitesi. E invece no: prima accetta l’incarico di difendere un imputato di usura, ora, affratellato dall’appartenenza allo stesso schieramento politico del sindaco di Carovigno ed in continità con la stretta collaborazione manifestatasi in campagna elettorale, si fa assegnare l’incarico di legale di quel Comune", si legge in una nota sulla vicenda.

Ma dove potrebbe sorgere il conflitto insanabile, il contrsto di interessi tra la difesa del Comune di Carovigno e quelli dei cittadini di S.Vito? "Ma non è lo stesso Comune (Carovigno, ndr) che da anni perseguita i sanvitesi con richieste esose per lo smaltimento dei liquami a Specchiolla? E non è lo stesso Comune contro il quale tanti sanvitesi hanno presentato ricorso ed hanno in itinere contenziosi non ancora conclusi? E allora, se così è, ed è così, capiterà ai nostri concittadini di trovarsi come avversario in un’aula di tribunale o dinanzi al giudice di pace nientedimeno che il loro sindaco". Ecco il rischio che immagina il Pd.

Magli, secondo l'opposizione, "sembra aver già dimenticato che, quando si è candidato, ha assunto l'impegno pubblico di tutelare gli interessi dei cittadini i quali, per ovvi motivi di opportunità su cui non occorre soffermarsi più di tanto, devono sempre prevalere rispetto ai suoi interessi personali". Accusa dura e diretta contro il sindaco, che aveva nel caso precedente rivendicato il diritto al lavoro per sostenere la propria famiglia. "San Vito ha tanti problemi e gradiremmo vedere il sindaco ed i suoi collaboratori ferocemente impegnati nella loro soluzione - dicono al Pd estendendo le critiche all'intera amministrazione - piuttosto che osservarli placidamente addormentati in una stanca azione amministrativa di routine per poi improvvisamente accendersi non appena intravedono la possibilità di qualche affare".

"Non vogliamo ulteriormente infierire - è la conclusione ed insieme la speranza di una nemesi elettorale ai danni del centrodestra, che però da vent'anni non arriva - anche perché siamo convinti che i sanvitesi sapranno ben ricordarsi di tutte queste “imprese” al momento opportuno". La risposta arriverà certamente a stretto giro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna muore al Pronto soccorso: negativo il test del coronavirus

  • Virus, paziente in valutazione al Perrino. Treno bloccato a Lecce

  • Virus, declassato caso sospetto, ma resta l'isolamento. Un altro oggi

  • Dramma a Savelletri: cadavere di un uomo ritrovato sugli scogli

  • Brindisi: tentatato suicidio in carcere. Detenuto salvato da un agente

  • Detenuto ai domiciliari ingerisce acido: morto dopo dieci giorni di agonia

Torna su
BrindisiReport è in caricamento