giovedì, 24 aprile 15℃

Kermesse Pd per il candidato sindaco

BRINDISI - Il Pd presenta il candidato sindaco Mimmo Consales e lo fa chiamando come testimoni i vertici pugliesi del partito, il presidente Michele Emiliano ed il segretario Sergio Blasi. Nella sala conferenze del Museo Ribezzo, il giornalista di Telenorba pubblicizza i punti cardine della sua linea politica. Non parla di programma, perché quello lo scriverà nei prossimi giorni con gli alleati, e dice che non farà polemiche con gli avversari, «perché questa città ha così tanti problemi che non si può più permettere di perdere tempo con le polemiche».

Fabio Mollica20 febbraio 2012

BRINDISI - Il Pd presenta il candidato sindaco Mimmo Consales e lo fa chiamando come testimoni i vertici pugliesi del partito, il presidente Michele Emiliano ed il segretario Sergio Blasi. Nella sala conferenze del Museo Ribezzo, il giornalista di Telenorba pubblicizza i punti cardine della sua linea politica. Non parla di programma, perché quello lo scriverà nei prossimi giorni con gli alleati, e dice che non farà polemiche con gli avversari, «perché questa città ha così tanti problemi che non si può più permettere di perdere tempo con le polemiche».

Però Consales qualche bomba la tira. La prima, la più deflagrante, contro il commissario prefettizio Bruno Pezzuto, «che sta amministrando la città come se avesse avuto il consenso dell'elettorato. Sia ben chiaro: le nuove convenzioni energetiche le deve firmare la nuova amministrazione comunale, non il commissario. E a quest'ultimo chiediamo che la città venga coinvolta nella stesura del bilancio di previsione 2012, perché non è giusto che il prossimo sindaco si ritrovi con tante caselle col numero 0 di fianco, e mi riferisco in particolare a manutenzioni, scuole materne, servizi al cittadino, trasferimenti alla Multiservizi».

Il candidato del laboratorio allargato a Sel e a tre forze minori, dice la sua su altri due problemi spinosi. Il primo è quello di Acque Chiare, ed anche qui si trova in contrasto con Pezzuto: «I proprietari delle case del villaggio non possono essere giudicati alla stregua di pregiudicati e non condivido la scelta del Comune di costituirsi parte civile contro di loro. Le responsabilità di quanto accaduto sono a Palazzo di Città, alla Regione Puglia e in chi ha stipulato».

Poi il porto turistico Bocche di Puglia: «Il Comune vuole dismettere le quote del porticciolo turistico, ma non siamo d'accordo. Lì ci sono 4 milioni di investimento pubblico buttato nelle mani di un privato che oggi ha la maggioranza della società di gestione ed ha eroso pian piano le quote dell'amministrazione. Noi invece vogliamo capire com'è maturato il deficit di bilancio e perché questa struttura è stata amministrata così male. E vogliamo capire anche com'è che la società di gestione del porticciolo abbia contratto un debito nei confronti di un'altra società dello stesso imprenditore socio di maggioranza».

Qualche frecciata al Forum delle associazioni ambientaliste e ai sostenitori dell'avvocato Roberto Fusco («Condividiamo le loro istanze ed abbiamo chiesto un confronto, ma li stiamo ancora aspettando») e un accenno ai problemi di sempre: «Riduzione del 25% del consumo di carbone. No al rigassificatore. No alla spazzatura nella centrale Edipower».

In chiusura si torna su argomenti che forse fanno più presa sui cittadini, come i 35 posti di lavoro che non sono mai nati al cinema Multisala del rione Bozzano, «dove non viene rispettato l'accordo di programma firmato col Comune». Ce n'è anche per gli immigrati, «trattati come bestie e ospitati in una struttura inagibile, dove di notte accade di tutto. Ma nessuno dice niente».

Le priorità del programma del partito di maggioranza relativa del centrosinistra le ha illustrate il segretario cittadino Antonio Elefante: un città dell'industria e dell'ambiente, dell'innovazione e della cultura, del Mediterraneo, dell'accoglienza e dell'integrazione, della sostenibilità. Per il segretario provinciale Corrado Tarantino, malgrado pioggia e maltempo, questa, per il PD e per il centrosinistra, è una serata bellissima.

Domani martedì, intanto, è il giorno di uno dei principali rivali di Consales. Il candidato sindaco della coalizione di centrodestra alle prossime elezioni amministrative di Brindisi, Mauro D'Attis, sarà presentato ufficialmente nel pomeriggio alle 17 presso il Grande Albergo Internazionale di Brindisi, nel corso di una conferenza stampa. La prima occasione utile per tentare di ladciarsi alle spalle la polemica rilanciata oggi dai separati in casa della corrente di Alfredo mantovano, Massimo Ciullo su tutti (vedi servizio in questa stessa home page).

candidato
Mimmo Consales
Pd
presentazione
sindaco

Commenti