Elezioni europee: si candidano Dell'Anna e Mosaico. Integrazione scolastica: Quarta all'attacco

La consigliera comunale aderisce alla lista La Sinistra. Tonino Mosaico nella lista del Partito Comunista di Marco Rizzo. Il forzista contesta lo svolgimento del servizio nel centro polivalente

Brindisi: Livia Dell’Anna candidata alle europee

La consigliera comunale Livia Jessica Dell’Anna si candida alle elezioni europee con “La sinistra”, una lista nata dall’alleanza fra Sinistra Italiana, Rifondazione Comunista, il Movimento politico èViva (che nasce dal movimento degli “autoconvocati per Liberi ed Uguali”), L’Altra Europa con Tzipras, Convergenza Socialista, Partito del Sud, Transform Italia. 

Nuova avventura politica, dunque, per la giovane consigliera brindisina, che la scorsa estate è stata eletta al consiglio comunale di Brindisi fra le file di Ora tocca a noi, movimento nato a sostegno di Riccardo Rossi. Lo scorso febbraio, a seguito di divergenze sul mancato inserimento nello statuto del movimento del riferimento ai valori della sinistra e dell’antifascismo, la Dell’Anna ha lasciato Otan ed è trasmigrata nel gruppo indipendente, sempre nell’ambito della maggioranza di centrosinistra. 

Ora l’adesione alla lista unica della Sinistra “che vuole andare oltre le elezioni europee  - si legge in una nota del coordinamento della provincia di Brindisi de La Sinistra - e vuole lavorare per costruire un forte e necessario partito al servizio delle lotte ai drammatici problemi che affliggono il nostro paese”.

La lista per la Circoscrizione meridionale è capeggiata da Eleonora Fiorenza, “barese – si legge nella nota - deputata europea uscente, sempre attivamente impegnata su temi ambientali e sociali e sempre vicina a Brindisi e presente anche nelle campagne elettorali a supporto delle forze della sinistra”. Nella stessa lista è presente Paola Natalicchio, ex sindaco di Molfetta, già giornalista dell’Unità e de La Repubblica, “sempre efficacemente attiva e battagliera per la sua terra e per la Puglia, presente a  Brindisi anche nelle campagne elettorali amministrative”.

Complessivamente sono 18 i candidati. Fra questi appunto anche la Dell’Anna, definita una “giovane brillante risorsa della nostra città, impegnatissima nella rinascita sociale,  culturale ed economica di Brindisi”. 

Carovigno: Mosaico alle europee con il Partito comunista di Rizzo

Candidatura alle elezioni europee anche per il carovignese Tonino Mosaico, componente del coordinamento regionale e di quello nazionale del Partito Comunista fondato dall’ex deputato Marco Rizzo. Guidate dallo stesso Rizzo, le liste comuniste si presentano con il simbolo della falce e martello. In Italia il Pc correrà da solo. A livello europeo è stato fatto un apparentamento con il Kke, partito comunista greco. 

Tonino Mosaico-2

“La nostra lotta contro l’Unione Europea - ha dichiarato Marco Rizzo - sarà portata avanti insieme con i partiti comunisti di tutto il continente. Grazie alla presenza dei comunisti in questa campagna elettorale, che rischiava di diventare uno scontro tra europeisti e nazionalisti, entreranno gli interessi dei lavoratori e delle classi popolari”. 

“Il mercato comune ha cancellato i diritti sociali dei popoli europei per arricchire la finanza e le grandi imprese. La sinistra ha abbandonato queste battaglie dimenticando la sua funzione, e la destra fomenta la guerra tra poveri a tutto vantaggio dei grandi poteri. Solo i comunisti – conclude Rizzo – possono essere lo strumento di un reale cambiamento che oggi è attuale e necessario”.
 

Brindisi: intervento di Gianluca Quarta sull’integrazione scolastica

Lo svolgimento delle attività riguardanti il servizio di integrazione scolastica presso il centro polivalente del rione Bozzano è al centro di un intervento del consigliere comunale d’opposizione Gianluca Quarta (Forza Italia)  “In realtà – afferma il consigliere - quella struttura di ‘polivalente’ non ha proprio nulla, visto che ci sono delle vere e proprie “barriere” che impediscono l’utilizzo da parte di bambini”.

Gianluca Quarta-4-2

“E’ il caso, ad esempio – prosegue Quarta - dei servizi igienici, collocati all’esterno e per giunta privi di tazze e lavandini a misura di bambino, così come delle vetrate e delle balconate che costituiscono un elemento di notevole rischio per chi frequenta i corsi con servizi aggiuntivi pomeridiani”.

“A dirla tutta – afferma - è come se l’amministrazione comunale sia stata costretta ad inventarsi questa ‘trovata’ dei corsi pomeridiani per giustificare un ulteriore esborso di denaro e quindi per tenere fede a promesse non meglio identificabili. Il tutto, senza contare il disagio provocato alle centinaia di anziani che frequentano quel Centro e che si sono visti privare della struttura nelle ore pomeridiane”. 

“E’ l’ennesimo fallimento – conclude - di chi ha il compito di promuovere politiche sociali inclusive, ma non a danno degli uni per dare agli altri e per giunta in condizioni discutibili dal punto di vista della sicurezza”. 

Potrebbe interessarti

  • Dopo Ferragosto, in forma con la dieta detox

  • Smettere di fumare: trucchi e consigli per dire addio al tabacco

  • Potassio, usi e benefici: perché assumerlo e gli alimenti che lo contengono

  • Topi, sporcizia e inciviltà: il parco del Cillarese sprofonda nel degrado

I più letti della settimana

  • Parcheggiatore stroncato da infarto nella movida delle discoteche

  • Si apparta con la moglie di un detenuto: mamma e figli lo pestano

  • "Hanno aiutato il nostro bimbo, aiutateci a rintracciarli e ringraziarli"

  • Tragedia in spiaggia: anziano perde la vita mentre fa il bagno

  • Tamponamento sulla superstrada finisce con denuncia per rissa

  • Scontro sulla litoranea: mamma e due bambini in ospedale

Torna su
BrindisiReport è in caricamento