Mesagne, cinque assessori per il sindaco Matarrelli

Il vice è l'avvocato Giuseppe Semeraro. Nell'esecutivo due donne: Maria Teresa Saracino all’Ambiente, e Anna Maria Scalera ai Servizi sociali ed educativi

MESAGNE - Esecutivo a cinque per il sindaco di Mesagne Antonio Matarrelli: oggi ha varato la Giunta, scegliendo come suo vice l'avvocato Giuseppe Semeraro, al quale ha assegnato le deleghe  all’Urbanistica, Patrimonio, Affari Legali.

 Semeraro ha 55 anni, è avvocato e ha una lunga esperienza nelle istituzioni come consigliere comunale, assessore nella giunta Incalza, presidente del Consiglio comunale nell'amministrazione Molfetta. Nell'esecutivo ci sono: Roberto D’Ancona, 47 anni, imprenditore artigiano, assessore ai Lavori Pubblici, protezione civile e sport, è stato per quattro volte consigliere comunale, già assessore ai Lavori pubblici nella giunta Molfetta; Antonio Mingenti, 57 anni, assessore alle Attività produttive e politiche comunitarie, già consigliere comunale, istruttore di attività sportive;  Maria Teresa Saracino,  46 anni, avvocato, assessore all’Ambiente, Ecologia, Servizi Demografici e Risorse Umane, è stata due volte consigliere comunale e assessore ai Servizi sociali, polizia locale e quartiere nella precedente giunta Molfetta;  Anna Maria Scalera, 41 anni, laureata in Giurisprudenza, assessore ai Servizi sociali ed educativi, Diritti e tutela dei Consumatori, Percorsi di Legalità, è stata già consigliere comunale e assessore alle Attività produttive e Turismo nella precedente giunta Molfetta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore alla guida: autista accosta e poi si accascia, in salvo gli studenti

  • Banditi nel McDonald's del Brin Park affollato di bambini

  • Incendio in un condominio, in salvo persone bloccate

  • Lite fra vicini sfocia nel sangue: uomo preso a sprangate in testa

  • Oltre 40 grammi di cocaina nascosti in cucina: arrestato un operaio

  • Brindisi "Il porto più bello del mondo". Con i nuovi accosti e un parco urbano

Torna su
BrindisiReport è in caricamento