Il premier Conte a Ceglie: "Quasi pronto il piano anti-evasori"

Intervistato in piazza dal direttore di Affaritaliani.it, non svela i dettagli, tranne l'estensione dei pagamenti elettronici

CEGLIE MESSAPICA - “Per fare una manovra espansiva occorre coraggio, per tenere i conti in ordine occorre responsabilità. Diciamo da tempo che non tutti pagano le tasse, che in Italia c’è un problema di evasione, e questo comporta una elevata pressione fiscale. Ho lanciato un patto sociale con tutti i cittadini, che non posso anticipare qui: ne parleremo quando completeremo tutte le situazioni (anche stamattina ci sono state delle riunioni), non sarebbe serio anticiparle. Quando avremo completato tutti i tasselli tornerò da voi a nome del governo per chiedere di aderire a questo patto, che vi incentiverà a usare la moneta elettronica, ma questo non vi penalizzerà (saranno anche previste premialità), ma porterà invece vantaggi per l’alleggerimento della pressione fiscale”.

giuseppe conte - ceglie messapica settembre 2019 - 3-2

È uno dei nodi strategici con i quali è alle prese il suo governo, uno dei passaggi più interessanti dell’intervista di questa sera in piazza Plebiscito a Ceglie Messapica al premier Giuseppe Conte, tornato nella serata di oggi 27 settembre nella cittadina collinare del Brindisino, che ha dato i natali al suo portavoce Rocco Casalino, per rispondere alle domande di Angelo Maria Perrino, direttore di Affaritaliani.it. Allora come capo del governo M5S-Lega, oggi alla guida del nuovo esecutivo dove al posto dello strabordante Matteo Salvini ci sono il Partito democratico, Liberi e Uguali e Italia Viva, il nuovo movimento fondato da Matteo Renzi.

giuseppe conte - ceglie messapica settembre 2019 - 7-2

La visita al centro di riabilitazione San Raffaele

Conte è arrivato a Ceglie Messapica poco prima delle 18, atteso anche dal presidiente della Regione Puglia, Michele Emiliano, per una visita già programmata al centro di riabilitazione per neurolesi e motulesi della Fondazione San Raffale, cui la Asl di Brindisi ha affidato anni addietro un complesso alle porte della città. Qui il primo ministro si è intrattenuto con il personale medico e con i pazienti. I giornalisti, che erano rimasti fuori per ragioni di privacy, non hanno potuto poi incontrare Conte nell’intervista annunciata, a causa dei tempi ristretti (il premier è giunto con una quarantina di minuti di ritardo rispetto alla tabella di marcia prevista).

conte al san raffaele di ceglie messapica-2

"La visita del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte - ha spiegato in serata il servizio di comunicazione dell'azienda sanitaria - sottolinea anche un anniversario importante a chiusura del 2019: i primi venti anni di attività al servizio del territorio pugliese e non solo, durante i quali la Fondazione San Raffaele è diventata punto di riferimento per la  capacità costante di offrire prestazioni di alta qualità, anche grazie a strumentazioni all’avanguardia. Una dimostrazione è l’esoscheletro  riabilitativo robotizzato per la deambulazione di persone con deficit motori agli arti inferiori (paraplegie e tetraplegie complete ed incomplete, emiplegie, sclerosi multipla, ictus)".

conte al san raffaele di ceglie messapica (2)-2-2

"Un vero gioiello della tecnologia a supporto ed integrazione dei percorsi riabilitativi tradizionali, che è stato presentato oggi, 27 settembre, in occasione della visita del Premier, che ha voluto incontrare ospiti e operatori del presidio ospedaliero. Il presidente Conte - si legg ancora nella nota -  ha visitato anche il Centro per lo sviluppo dell’età evolutiva 'Fondazione Silvana Paolini', dove era atteso da un gruppo di bambini che gli ha donato un quadro. Il disegno raffigura il logo della Fondazione". 

conte al san raffaele di ceglie messapica - esoscheletro-2

Particolarmente emozionante il momento della presentazione del robot, indossato da una paziente di 28 anni, che ha subito una lesione midollare importante a seguito di un incidente d’auto che le impedisce di camminare. L’applicazione dell’esoscheletro le ha permesso di alzarsi e muovere dei passi nella palestra della struttura. I robot indossabili sono strumenti altamente innovativi in campo riabilitativo finalizzati a favorire la riorganizzazione del controllo motorio dopo lesioni cerebrali o midollari favorendo una intensità di esercizio che coniuga la capacità di pianificare il movimento con l’allenamento cardiovascolare.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale sulla superstrada: lunedì i funerali del dipendente comunale

  • Omicidio Carvone: nuovi arresti per una sparatoria

  • Violento scontro fra auto e scooter a Brindisi: grave un 15enne

  • Bollo auto non pagato: condono per importi fino a 1000 euro

  • Schiva una coltellata e costringe il bandito a mollare il bottino

  • Minacce e fucilata tra i bambini prima dell'agguato mortale

Torna su
BrindisiReport è in caricamento