Province: la scelta ai Comuni

BRINDISI - La telenovela sulle Province si arricchisce ogni giorno di nuovi episodi: ora è il ministero degli Interni che chiede ai vari comuni della provincia di Brindisi di decidere con chi vogliono stare: Taranto o Lecce. Per quanti conoscono il territorio, il risultato è scontato: tutti o quasi per il Salento, perfino i comuni della fascia Nord, come Fasano e Cisternino, che sicuramente si sentono più vicini (non solo territorialmente) a Bari.

Il ministro Cancellieri a Brindisi

BRINDISI - La telenovela sulle Province si arricchisce ogni giorno di nuovi episodi: ora è il ministero degli Interni che chiede ai vari comuni della provincia di Brindisi di decidere con chi vogliono stare: Taranto o Lecce. Per quanti conoscono il territorio, il risultato è scontato: tutti o quasi per il Salento, perfino i comuni della fascia Nord, come Fasano e Cisternino, che sicuramente si sentono più vicini (non solo territorialmente) a Bari.

I comuni della fascia Sud si erano già espressi nelle scorse settimane, ovviamente in favore di Lecce. Ora resta da ascoltare i pareri dei centri più vicini al capoluogo ionico: Erchie, Torre, Oria, Francavilla.

Se, come si prevede, tutti i comuni del Brindisino preferiranno l'accorpamento al Salento, per il ministero sarà un'altra grana, perché la provincia di Taranto, così com'è oggi, non risponde ai requisiti per poter restare in vita. E già c'è chi ritorna a parlare della macro-provincia del Grande Salento come scelta migliore.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ultraleggero pilotato da brindisino si schianta su muretto

  • Terremoto di magnitudo 5.8 presso Durazzo, paura nel Brindisino

  • Lite in strada finisce con accoltellamento: un ferito e un arresto

  • Traffico di droga, otto brindisini sotto processo dopo verbali dei pentiti

  • L'autofficina era abusiva: scattano denuncia e sequestro

  • Cocaina per mezzo milione di euro: brindisino condannato a sette anni

Torna su
BrindisiReport è in caricamento