Scianaro al Tar contro Rollo

FASANO - L'esponente del centrodestra fasanese Antonio Scianaro ha deciso di costituirsi ad opponendum davanti al Tar della Puglia, nel giudizio contro l'attuale presidente del Consorzio Asi di Brindisi, Marcello Rollo.

Antonio Scianaro

FASANO - L'esponente del centrodestra fasanese Antonio Scianaro, che alle ultime elezioni comunali ha partecipato con i Circoli Nuova Italia, ha deciso di costituirsi ad opponendum davanti al Tar della Puglia, nel giudizio contro l'attuale presidente del Consorzio Asi di Brindisi, Marcello Rollo, che dallo stesso tribunale amministrativo è riuscito ad ottenere la sospensione della delibera del consiglio regionale che ha deciso l'incompatibilità tra la carica all'Asi e quella di consigliere regionale. Scianaro, nel caso il Tar in sede di merito confermi la fondatezza del pronunciamento del consiglio regionale, e nel caso Rollo tra le due cariche opti er quella all'Asi, gli subentrerebbe in consiglio. Ecco la nota di Scianaro.

Antonio Scianaro, difeso dagli avvocati Pier Luigi e Giorgio Portaluri, è intervenuto a sostegno del Consiglio regionale pugliese e contro Marcello Rollo nel giudizio che quest’ultimo ha instaurato davanti al Tribunale amministrativo regionale per la Puglia. L’udienza per decidere sulla sospensiva si discuterà il 25 luglio prossimo. Se Rollo decadesse, infatti, sarebbe Scianaro a subentrargli in Consiglio.

Dal 3.5.2013 Rollo, presidente del Consorzio Asi brindisino, è anche consigliere regionale, essendo subentrato a Pietro Iurlaro, eletto senatore. Su iniziativa del consigliere regionale Giovanni Brigante, però, il Servizio Affari e Studi giuridici e legislativi del Consiglio regionale e l’Avvocatura regionale, richiesti dall’Ufficio di Presidenza, hanno espresso parere sull’eventuale incompatibilità di Rollo a ricoprire le due cariche.

Entrambi i pareri sono stati conformi e hanno ritenuto che il consorzio Asi è soggetto a vigilanza da parte della Regione, per cui in base all’art. 7, l.r. 24/’78, all’art. 3, co. 1, n. 1, l. n. 154/’81 e al decreto legislativo 8 aprile 2013, n. 39 Rollo è «incompatibile con la carica di “consigliere regionale”, quella di Amministratore con poteri di rappresen-tanza o di coordinamento di Ente soggetto a vigilanza da parte della Regione, quale la carica di Presidente del Consorzio Asi».

Con deliberazione n. 172/’13 il Consiglio regionale ha pertanto contestato a Rollo l’incompatibilità tra le cariche di consigliere regionale e quella di Presidente del Consorzio Asi, dandogli dieci giorni di tempo per formulare osservazioni o eliminare la causa di incompatibilità.

Le osservazioni poi presentate da Rollo non hanno tuttavia convinto il Servizio Studi e l’Avvocatura regionale, per cui con la delibera n. 174 dell’11.6.2013 il Consiglio regionale ha ritenuto sussistente la causa d’incompatibilità già contestata e ha intimato a Rollo di rimuoverla entro dieci giorni dalla notifica della deliberazione, pena la decadenza dalla carica di consigliere regionale. Di qui il ricorso al Tar proposto da Rollo per evitare di uscire dal Consiglio.

Nel frattempo Rollo ha ottenuto dal Presidente del Tar la sospensione della delibera regionale sino alla discussione davanti all’intero Collegio che – come detto – si svolgerà il 25 luglio. Con un atto di intervento ad opponendum notificato ieri Antonio Scianaro, con gli avvocati Portaluri, ha deciso di entrare nel giudizio per supportare la posizione della Regione e nei prossimi giorni illustrerà nel dettaglio le ragioni della correttezza della scelta regionale di considerare Rollo incompatibile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavori agricoli, arriva il sì dalla Regione: "attività indifferibili"

  • "Primo operatore 118 positivo, ora screening urgente per tutti"

  • Muore un imprenditore edile: prima vittima del Covid a Ostuni

  • Una brindisina in Olanda: "Viviamo col terrore del contagio. Il Lockdown è una fortuna"

  • Controlli anti contagio: multati un barbiere e il suo cliente a Brindisi

  • Coronavirus: 22 nuovi contagi e un decesso in provincia di Brindisi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento