Zezza si presenta, Ferrarese spera

BRINDISI - Ferrarese è ancora in bilico. Claudia Zezza (Sel) ha ufficializzato la candidatura al Senato. I giovani come Massimo Abate (Lista Monti) iniziano a muoversi sui social network. I grillini corrono sulla scia del successo del loro leader che ieri ha riempito prima piazza Mercato a Brindisi e poi il palasport di Bari. Mancano ancora 48 ore alla chiusura delle liste, ma la campagna elettorale dei candidati al Parlamento è già partita.

Claudia Zezza

BRINDISI - Ferrarese è ancora in bilico. Claudia Zezza (Sel) ha ufficializzato la candidatura al Senato. I giovani come Massimo Abate (Lista Monti) iniziano a muoversi sui social network. I grillini corrono sulla scia del successo del loro leader che ieri ha riempito prima piazza Mercato a Brindisi e poi il palasport di Bari. Mancano ancora 48 ore alla chiusura delle liste, ma la campagna elettorale dei candidati al Parlamento è già partita.

Il rebus Ferrarese. Le trattative continuano. L'ex presidente della Provincia ha rinunciato al terzo posto nella lista della Camera, dietro Cesa e Cera. Si tratta per il secondo posto della lista Monti al Senato, ma bisogna battere la concorrenza del leccese Salvatore Ruggeri, in Parlamento da quasi sette anni. Se non lo otterrà, Ferrarese si tirerà indietro. Se sarà accontentato, potrà fare le prove generali per la candidatura a presidente della Regione, dove però la concorrenza sarà ancora più agguerrita, specie sul fronte del centrosinistra, che alle primarie dovrebbe vedere in corsa Emiliano, Minervini, Stefàno, Amati.

Claudia Zezza. La preside in pensione, coordinatrice del movimento Sviluppo e Lavoro creato da Giovanni Brigante, ha ufficializzato oggi la sua candidatura da indipendente nella lista di Sel al Senato. È al quinto posto nella lista capeggiata dall'assessore regionale alle risorse agroalimentari Dario Stefàno. «Abbiamo apprezzato e condiviso il programma di centro-sinistra, nella speranza che sia vincente e fondamentalmente decisivo per lasciarsi alle spalle tanti anni di cattiva politica». La Zezza, che finora è l'unica donna brindisina candidata al Senato, ha tenuto a puntualizzare che la sua forza consiste nell'essere «una persona che alla politica non ha nulla da chiedere ma solo da dare».

M5S. I candidati del movimento creato da Beppe Grillo da ieri sera sono ufficialmente a caccia di voti. Nella lista del Senato c'è Francesco Bevacqua, insegnante. Giovanni Muci, dipendente delle Poste Italiane, è invece candidato alla Camera dei deputati.

Lista Monti. Il 43enne Massimo Abate, brindisino, candidato al Senato (decima posizione), è per ora attivissimo su Facebbok. Ecco una delle sue prime dichiarazioni: «Purtroppo oggi se sei a destra sbagli, se sei a sinistra sbagli, se sei al centro sbagli lo stesso. Sponsorizzare Massimo Abate per come mi conoscete. Non possiamo non votare, ma dobbiamo votare le persone in cui crediamo e che conosciamo. Il mio futuro è già presente, quindi posso solo cercare di influenzare il futuro dei miei figli: creare per loro le condizioni per lavorare e vivere a Brindisi, nella loro città, vicino ai loro amici e parenti. Basta emigranti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Bimba nata morta all’ospedale Perrino”: denuncia dei genitori

  • Una domenica con la bomba: quasi tutta Brindisi evacuata

  • Malore alla guida: autista accosta e poi si accascia, in salvo gli studenti

  • Maltempo: scuole chiuse a Brindisi a in altri Comuni della provincia

  • Incidenti: le vittime e le strade più pericolose del Brindisino

  • Forti raffiche di vento: alberi sradicati, interventi in provincia

Torna su
BrindisiReport è in caricamento