Sport e solidarietà: partita di calcio a sostegno della donazione degli organi

Sabato 28 e domenica 29 settembre torna la "Giornata nazionale di informazione e autofinanziamento dell’Aido"

BRINDISI - Sabato 28 e domenica 29 settembre torna la "Giornata nazionale di informazione e autofinanziamento dell’Aido", Associazione italiana per la donazione di organi, tessuti e cellule. Iniziativa giunta alla diciottesima edizione e promossa con l’adesione del Presidente della Repubblica. Nell’occasione si rinnova anche l’appuntamento annuale con la campagna “Un Anthurium per l’informazione”.

Per questa importante ricorrenza il Gruppo comunale Aido “Marco Bungaro” di Brindisi di concerto con il massimo sodalizio calcistico della città, la Ssd Brindisi Fc, dimostratatasi sin da subito sensibile alla mission della delegazione adriatica della Onlus, hanno concordato che, in occasione della partita di calcio contro la squadra del Grumentum Val D'Agri valida per la quarta giornata del Campionato di Serie D in programma domenica 29 settembre presso lo stadio “Franco Fanuzzi” del Capoluogo Adriatico a partire dalle ore 15, i 22 calciatori titolari di entrambe le formazioni e i relativi allenatori indosseranno, al momento dell’ingresso in campo e durante lo schieramento di saluto al pubblico t-shirt bianche recanti il logo Aido alla presenza del Presidente Aido Brindisi Dorina Piliego e del Presidente del Brindisi Fc Antonio Giannelli, mentre lo speaker dello stadio spiegherà al pubblico quello che accade in campo e la missione dell’associazione e leggerà un testo sulla giornata nazionale.

Aido e Brindisi Fc insieme ad Oltre l’Orizzonte, che nell’occasione sta offrendo la stampa sulle magliette, hanno deciso quindi di fare squadra. Per vincere infatti la squadra deve giocare di squadra, perché le individualità sono utili per raggiungere l’obiettivo finale se amalgamate tutte insieme; l’Aido sa bene cos’è il gioco di squadra, meglio ancora lo sanno i trapiantati che grazie a questa associazione ed ai suoi iscritti possono ancora vivere. Lo sport e la solidarietà, il gioco di squadra che unisce questa realtà consolida un legame “per moltiplicare la vita”.

I volontari di Aido Brindisi saranno anche impegnati, così come accadrà in oltre 1.400 piazze italiane, ad incontrare i cittadini, dare loro informazioni sull'importanza della donazione come valore sociale e come opportunità per salvare la vita a chi non ha altre possibilità di sopravvivenza e offrire una piantina di Anthurium Andreanum. Nel particolare la Giornata Nazionale di informazione e autofinanziamento si svolgerà presso la galleria del Centro Commerciale “Le Colonne” per tutto il week-end del 28 e 29 settembre con uno stand che rispetterà i seguenti orari mattino: 9-13 e pomeriggio 15.30-20.30 Le offerte ricevute saranno finalizzate a ulteriori campagne informative e alla ricerca sui trapianti.

Quest’anno Aido festeggia i 46 anni di attività, un traguardo importante ottenuto con passione e tenacia grazie all’impegno di numerosi volontari attivi in tutta Italia che ogni giorno si dedicano alla diffusione della cultura della donazione. Aido sostiene la scelta volontaria, gratuita e anonima che ogni cittadino può esprimere oggi anche all’atto del rilascio o del rinnovo della carta d’identità presso gli uffici Anagrafe dei Comuni Italiani aderenti al progetto “Una scelta in Comune”. Aido è impegnata per consentire ai cittadini di fare una scelta ragionata e consapevole, per questo appare sempre più importante il tema dell’informazione e del sostegno alla diffusione di una coscienza civica e solidale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'ultimo saluto a "Donna Jolanda" tra lacrime e lunghi applausi

  • Morta la mamma di Albano Carrisi, la sua "origine del mondo"

  • I fratelli Gargarelli di Brindisi conquistano la finale di Tu sì que vales

  • Ciao Grazia, mamma coraggiosa: borsa di studio per i suoi due bimbi

  • Assalto armato al bar: un cliente dà l’allarme, banditi subito circondati

  • Bomba, sindaco firma ordinanza per evacuazione: denuncia per chi resta

Torna su
BrindisiReport è in caricamento