A lezione di ambiente con i carabinieri del Gruppo forestale

Anche i carabinieri del Gruppo forestale di Brindisi entrano nella Rete “Qualamano”, il protocollo d’intesa nato quattro anni fa

BRINDISI - Anche i carabinieri del Gruppo forestale di Brindisi entrano nella Rete “Qualamano”, il protocollo d’intesa nato quattro anni fa per volontà della prof.ssa Lucia Portolano, dirigente dell’Ic Sant’Elia Commenda fortemente convinta che la scuola vincente sia quella al centro del tessuto sociale.

Nel tempo i partner della Rete hanno operato, con un’azione sinergica tra istruzione formale e occasioni di apprendimento non formale, affinché gli alunni acquisissero adeguate competenze di base ma anche capacità di relazione e di collaborazione, condizioni indispensabili per l’esercizio di una cittadinanza attiva e consapevole. In questi giorni si stanno svolgendo una serie di interventi formativi del Gruppo Carabinieri Forestale del capoluogo, coordinati dal Colonnello Ruggiero Capone, nei diversi plessi dell’Istituto.

Destinatari gli alunni di tutti gli ordini del Comprensivo, dai piccoli della scuola dell’Infanzia ai ragazzi della scuola secondaria di I grado. Un fitto calendario di incontri che prevede attività in aula e sul campo incentrate su diverse tematiche, a cominciare dall’educazione ambientale.

Proprio la salvaguardia dell’ambiente per uno sviluppo sostenibile è tra i 17 obiettivi dell’Agenda 2030, documento siglato dalle Nazioni Unite per costruire società eque, sostenibili e prospere e posto al centro del curricolo dell’Istituto della Dirigente Portolano. Tante le azioni, programmate in un’ottica trasversale e multidimensionale, volte a migliorare competenze e stili di vita degli studenti e diffondere modelli virtuosi di produzione e consumo sostenibile.

Il Comprensivo Sant’ Elia-Commenda è, dunque, in prima linea nell’ impegno verso l’ambiente e la natura, a cominciare dalla dimensione più vicina agli alunni, quella del quartiere, attraverso sinergie con le altre istituzioni e realtà del territorio. Proprio nel quartiere Sant’ Elia ha sede il Gruppo Carabinieri Forestale, visitato nelle giornate del 21 e 22 marzo dalle sezioni dei quattrenni e cinquenni del plesso Modigliani 16.

I bambini si sono mostrati desiderosi di conoscere da vicino le “sentinelle della natura” e soddisfare le proprie curiosità di giovani cittadini rispettosi dell’ambiente. In un rione, spesso all’attenzione delle cronache per fenomeni di degrado ambientale e sociale, le nuove piccole leve dell’Istituto hanno mostrato tutto l’entusiasmo della loro tenera età e la volontà di contribuire a migliorare il mondo che li circonda. Nelle prossime settimane sono in programma gli interventi formativi, sempre curati dal Gruppo Carabinieri Forestale di Brindisi, per le classi della Scuola Primaria e della Secondaria di I grado.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Scuola

    Settimana corta alla scuola media: "Docenti ignorati". E' scontro

  • Scuola

    Calendario scolastico 2017-2018: date inizio, fine, vacanze regione per regione

  • Scuola

    "Laurea in Scienze della Formazione? Discriminati in graduatoria"

  • social

    "Al Sud scarso impegno?": insegnante brindisina replica al ministro

I più letti della settimana

  • Bambini a scuola in "Pedibus": meno inquinamento e più allegria

  • Anche alunni di Carovigno all'iniziativa nazionale dedicata a Leonardo da Vinci

  • Prof sospesa a Palermo: la solidarietà degli studenti del Marzolla

  • Scuola media Virgilio: oltre 900mila euro per renderla antisismica

  • Stop a incuria e degrado: gli studenti adottano piazza Del Salento

  • Diffusione della legalità, un giorno in caserma per studenti di Carovigno

Torna su
BrindisiReport è in caricamento