Lezioni con la realtà virtuale per gli studenti dell'Ic "Valesium" di Torchiarolo

Esperienza didattica innovativa per gli studenti della scuola secondaria dell’istituto comprensivo “Valesium” di Torchiarolo

TORCHIAROLO – Esperienza didattica innovativa per gli studenti della scuola secondaria dell’istituto comprensivo “Valesium” di Torchiarolo: nell'anno appena concluso si sono cimentanti in percorsi didattici multidisciplinari in modalità multimediale “immersiva” nei Mondi virtuali 3D. La "didattica immersiva" è un metodo di insegnamento che utilizza la tecnologia e la realtà virtuale. I progetti, coordinati dal professor Giuseppe Pappaianni, sono stati presentati in occasione della mostra documentaria “Segni e simboli delle due guerre” tenutasi i primi di giugno scorso.

canti guerra-2

“Imparare giocando è l’ultima frontiera della Didattica. Negli ultimi giorni la Rai ha trasmesso un servizio nel quale si è parlato positivamente di esperienze di Didattica immersiva e in questo caso specificatamente di un progetto messo in atto presso l’Università di Varese, attraverso il quale la storia dell’Antico Egitto viene insegnata con l’utilizzo di video games ricreando, quindi, un ambiente virtuale che offre allo studente una modalità di apprendimento senza dubbio più coinvolgente e motivante”, ha spiegato Pappaianni, esperto e appassionato di “Mondi Virtuali” che ha partecipato ad alcuni corsi sulla didattica immersiva organizzati anche da "Indire", l'Istituto nazionale di documentazione, innovazione e ricerca educativa del Ministero dell'Istruzione che si occupa di documentazione, innovazione e ricerca educativa. 

Lezione sincrona-2

L’occasione per portare il Mondo 3d in aula è stata proprio la preparazione della mostra “Le due guerre: segni e simboli del territorio”, progetto realizzato attraverso la collaborazione in rete con altre scuole e l’Università di Lecce.

La mostra documentaria 

“Ho pensato che sarebbe stato interessante e affascinante, “riunire” le attività di ricerca e di creazione realizzate dai nostri studenti, nel Mondo virtuale 3D in edMondo”. Si tratta di un mondo virtuale 3D online, dedicato esclusivamente all’innovazione della didattica in classe. Così è nato “Satakunta”, un terreno chiamato in gergo “Land”, dove è stato creato un ambiente virtuale arricchito da 4 location e vari spazi attrezzati per attività didattiche diversificate.

“Gli studenti e i docenti, attraverso il loro Avatar si immergono in uno spazio fisico anche se virtuale. Possono comunicare, muoversi, interagire, leggere, ascoltare e creare anche trovandosi fisicamente in luoghi distanti e diversi. Lo spazio in cui si è immersi lascia libera la fantasia per ricreare situazioni, raccontare storie, viverle, giocare e soprattutto apprendere in modo diretto attraverso l’esperienza che si arricchisce di azione, interazione, scambio e, dunque, crescita”.

Articoli della Costituzione in decaedri-2

Le location create dagli studenti

C'è un edificio dove è allestita una mostra su “Le due guerre: segni e simboli del territorio”. Al piano terra sono collocati reperti fotografici e materiale, del periodo dei due tragici conflitti mondiali del XX° secolo, emerso dagli archivi delle famiglie di tutti gli  studenti e di tutti i docenti dell’Istituto Scolastico naturalmente tutto digitalizzato. Sempre all’interno della stessa location sono presenti anche: una stanzetta dedicata alla musica  con canti della II° guerra mondiale e del primo dopoguerra; un angolo con alcune rappresentazioni grafiche per riflettere sulla Shoah e sui campi di concentramento nazisti. Al piano superiore un grande salone ospita una collezione fotografica che rappresenta momenti di vita scolastica, lavorativa e sociale del passato.

Un’altra location raccoglie le attività realizzate dai ragazzi e ragazze, relativamente al 70esimo anniversario della Repubblica Italiana. Qui sono esposti i 12 mesi del calendario graficamente rappresentati e si può ascoltare la lettura di una “lettera aperta” rivolta all’ex Presidente Sandro Pertini.

canti guerra-2

Poi c’è un grande parco in cui si trovano informazioni su alcune oasi e parchi protetti della provincia di Brindisi e Lecce. L’ultima location ospita l’intera collezione dei poster realizzati dai ragazzi che hanno partecipato al Concorso “Un Poster per la Pace” organizzato da Lions Club Copertino Salento.

“Su “Satakunta” sono presenti anche: un castello medievale con ambientazione tipica del periodo, con cavalieri, menestrelli, banchetti, tessitori ecc, una chiesetta dove si possono ascoltare brani di organo e un coro e, infine, un fantastico parco giochi per divertirsi, dopo aver svolto le nostre lezioni, con un bel “tuffo” nella didattica immersiva”.

Satakunta: percorsi didattici multidisciplinari 

Per l’occasione è stato realizzato un breve video in cui gli studenti hanno fatto da guida in un Tour che ha permesso di scoprire i vari percorsi didattici disciplinari attraverso le location sopra descritte. “L’invito è quello di visionare il Video “Satakunta: Percorsi didattici multidisciplinari”, che si può trovare sul sito della nostra Scuola nella sezione “canale video e audio”, ma vi posso assicurare che, nonostante immagino vi piacerà molto, è tutt’altra esperienza partecipare “immergendosi con il proprio avatar” nel Mondo virtuale 3D”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Scuola

    Calendario scolastico 2017-2018: date inizio, fine, vacanze regione per regione

  • Scuola

    "Laurea in Scienze della Formazione? Discriminati in graduatoria"

  • Scuola

    Un nuovo corso di laurea in Ingegneria delle Tecnologie Industriali

  • Scuola

    Anno scolastico 2018-19: ecco il calendario, primo giorno il 20 settembre

I più letti della settimana

  • Via al corso per tecnico superiore della gestione delle infrastrutture nei porti turistici

  • Legalità e cittadinanza, al via il progetto di formazione per docenti

  • "Non mettere in gioco la tua vita": incontro a scuola sulla ludopatia

  • "Oggi come ieri": il presepe vivente della scuola Modigliani

  • Elementare Mantegna, bimbi al freddo: “Gasolio finito”

Torna su
BrindisiReport è in caricamento