Non c'è il traghetto per la Grecia: centinaia di passeggeri bloccati a Costa Morena

Intorno alle ore 14 sono ripartiti a bordo del traghetto Grimaldi centinaia di passeggeri che alle ore 20 di sabato si sarebbero dovuti imbarcare sul Prince, della Europeanseaways. Alcuni di loro hanno trascorso la notte nel terminl di Costa Morena

Articolo in aggiornamento continuo 

BRINDISI – Nessun intoppo dal Canada a Brindisi e poi a Brindisi non c’è il traghetto per la Grecia. Vacanze al momento rimandate, ma si teme che possano addirittura saltare, per centinaia di passeggeri che alle 20 di sabato 14 luglio dovevano prendere il traghetto Prince della Europeanseaways per Corfù, l’isola greca più gettonata per la vacanze estive.

passeggeri costa morena1-2

Tra i passeggeri anche una famiglia del Canada che, come dicevamo, ha viaggiato fino al capoluogo brindisino senza intoppi. Ma ci sono anche decine di brindisini e vacanzieri italiani ed europei. Hanno trascorso la notte in bianco, alcuni accampati in tenda nel terminal privato di Costa Morena Est, altri che viaggiavano con bambini al seguito, hanno dovuto cercare un hotel all’una della notte quando hanno avuto la conferma che il traghetto non avrebbe salpato alla volta di Corfù. Perché non c’era. Da quanto è stato spiegato è bloccato a Corfù.

tenda da campeggio a costa morena-2

Altri sono tornati a casa e altri hanno dormito per terra, sulle panche o in auto. In duecento, nella serata di sabato, sono partiti da Bari. Rabbia e sconcerto tra i passeggeri per i disagi patiti, per le vacanze ritardate, per la mancanza di organizzazione. Il viaggio delle 20 è stato dapprima rimandato all'una e poi annullato e ore ore nessuno ha saputo spiegare i motivi di questo disservizio. 

La testimonianza dei viaggiatori 

Alle prime ore del giorno di oggi, domenica 15 luglio, dopo una notte quasi in bianco, erano tutti in fila alla biglietteria per cercare di capire il da farsi. C'è anche il problema del ritorno, anch'esso già programmato e pagato. Intorno alle 9 si è presentato un addetto dell'agenzia assicurando che alle 10 avrebbero ricevuto i biglietti per prendere un traghetto della compagnia Grimaldi che dovrebbe partire alle 13. 

european seaways compagnia porto brindisi-2

Purtroppo non è la prima volta che al terminal di Costa Morena si verificano disservizi di questa portata. Nell'agosto del 2014 700 passeggeri, dopo ore e ore di odissea, si ritrovarono con il viaggio annullato. Nell'agosto del 2016, invece, centinaia di passeggeri rimasero boccati a Corfù. Naturalmente si tratta di compagnie e traghetti diversi, ma, purtroppo, quello che resta nei passeggeri che hanno dovuto fare i conti con i disagi subiti, è la negativa esperienza nel porto di Brindisi. 

La European Seaways è una compagnia di navigazione, con sede ad Atene, nata nel 1990 che opera fra l’Adriatico e lo Ionio. Le principali destinazioni raggiunte sono Grecia e Albania. Negli anni ‘90 era molto attiva nei collegamenti fra il porto di Brindisi per la Grecia e la Turchia. La flotta è composta dal traghetto ro-pax  Galaxy e dal traghetto Ropax Prince (foto in basso).

la nave prince-2

La Galaxy è un traghetto costruito nel 1979, è lunga 127,64 mt e può ospitare fino a 984 passeggeri, 277 auto. La Prince, invece, è stata costruita nel 1974, è lunga 152,4 metri e può ospitare fino a 1230 passeggeri e 300 auto. Dal 12 al 26 luglio effettua partenze per la Grecia alle 20 di lunedì, mercoledì, venerdì e sabato. L’arrivo è previsto  tra e 5 e le 5.30 a Corfù e alle 7 a Igoumenitsa. Dal 27 luglio, invece, il lunedì si parte alle 20, dal mercoledì al sabato alle 11. 

Un rappresentante della compagnia, poco dopo le 10 ha annunciato ai passeggeri inviperiti e stanchi che tutti potranno prendere la nave della Grimaldi in partenza alle 13 senza rischio di overbooking. I nuovi biglietti sono in fase di stampa. Da quanto ha spiegato la nave Prince è ferma al porto di Corfù per un problema legato all'intasamento dei filtri: "Si è dovuta fermare per un problema di manutenzione ordinaria". L'unica nave disponibile a Brindisi dopo quella delle 20 di sabato 14 luglio che non è partita è quella delle 13 di oggi, anche questo è un aspetto che ha suscitato malcontento e polemiche, specie pechè c'è chi è giunto a Costa Morena dalle prime ore del pomeriggio di sabato. 

Alle 14,14, il traghetto della Grimaldi ha preso il mare alla volta di Corfù, trasportando anche i passeggeri del Prince. Tutti sono stati riprotetti. 

Ops: "La nave non aveva i permessi, perdita di credibilità per il porto"

Da una nota diramata in tarda mattinata dall'associazione Ops (Operatori portuali del Salento) si apprende che la Prince "non dispone a tutt’oggi delle necessarie autorizzazioni da parte delle autorità di controllo, ad iniziare la linea per la Grecia". L'associazione denuncia una perdita di credibilità per il porto di Brindisi, con ripercussioni anche per gli operatori portuali brindisini, "vittime di una atavica mancanza di visione e pianificazione e una conseguente mancanza di infrastrutture adeguate per i passeggeri che si protrae da troppi anni". 

La ricostruzione dei fatti fatta dall'Autorità portuale 

Di seguito la nota pubblicata sula pagina Facebook dell'Autorità di Sistema portuale del mare Adriatico meridionale

Sono stati tutti imbarcati su una motonave del gruppo Grimaldi, in partenza per la Grecia dal porto di Brindisi ,i passeggeri rimasti a terra nella serata di ieri a causa di un guasto tecnico incorso al traghetto Prince della Europeanseaways.

I fatti: ieri, attorno alle 17 .00 l’Autorità di sistema portuale è stata notiziata dall’agente su Brindisi della nave, Il signor Taveri, che il traghetto sarebbe arrivato non all’orario schedulato, bensì all’una di notte. Pertanto il dirigente dell’AdSP, rientrato immediatamente dalle ferie per gestire la situazione, ha disposto il prolungamento dei servizi: sia quelli relativi alla viabilità, sia quelli relativi alla security portuale. Attorno alle 20:30 la stessa agenzia Taveri ha comunicato che la nave, a causa di uno sciopero in Grecia del personale che effettua servizi di bunkeraggio, aveva viaggiato da Corfù utilizzando un tipo di gasolio più pesante, determinando l’intasamento dei filtri dei motori. Pertanto, lentamente, aveva proseguito la navigazione raggiungendo il porto di Igoumenitsa e lì fermandosi.

Dei 400 passeggeri: 150 sono stati riprotetti ieri sera stessa su Grimaldi e sono partiti a spese della compagnia. La restante parte, la stessa compagnia, come detto li ha riprotetti oggi su una nave del gruppo Grimaldi. Per fronteggiare in maniera adeguata l’emergenza, l’AdSP MAM ha: rafforzato e prolungato i servizi di security e di viabilità Portuale, ha gestito la situazione di emergenza ,ha chiesto alla gestione del bar presente nel terminal pubblico di restare aperto tutta la notte per garantire servizi di conforto ai passeggeri.

La compagnia si accollerà anche le spese di pernottamento dei passeggeri rimasti a terra. La stessa agenzia Taveri ha affermato che l’Autorità di sistema portuale ha gestito l’emergenza in maniera egregia. Per quanto riguarda la presenza di ambulanti nelle aree adiacenti al porto, quindi non di stretta pertinenza dell’autorità, il presidente Patroni Griffi chiederà già lunedì all’Amministrazione comunale un incontro per individuare come risolvere il problema una volta per tutte.

Potrebbe interessarti

  • Blatte e scarafaggi, come allontanarli

  • Anguria, antiossidante: proprietà, benefici e controindicazioni

  • Cicloturismo a Brindisi e provincia: le associazioni crescono

  • Lavastoviglie: consigli per averla sempre pulita e profumata

I più letti della settimana

  • Tragedia in campagna: donna rimane incastrata in una vecchia fornace, muore in ambulanza

  • Incidente mortale sul cavalcavia: condannato per omicidio stradale

  • Furgone imbottito di marijuana: 218 chili, un arresto

  • Bottiglie d'acqua minerale esposte al sole: sequestro in un supermercato

  • Tre quintali di droga abbandonati in un uliveto: carico da 1,5 milioni

  • Ruba un'auto e ne fa un clone di quella identica di un amico

Torna su
BrindisiReport è in caricamento