Modelli e fashion in due agriturismo per la campagna di Boggi

Le location pugliesi piacciono anche alle case di moda, si sa. E la conferma arriva dalla scelta di un agriturismo di San Vito dei Normanni, masseria Zambardo, e di uno in territorio di Brindisi, Masseria Incantalupi, ma appartenenti alla stessa famiglia, da parte della catena di abbigliamento uomo Boggi

L'appartamento di Jarrod Scott a Zambardo. Sotto, il modello alle prese con le tagliatelle, e una foto della sua colazione mattutina

Le location pugliesi piacciono anche alle case di moda, si sa. E la conferma arriva dalla scelta di un agriturismo di San Vito dei Normanni, masseria Zambardo, e di uno in territorio di Brindisi, Masseria Incantalupi, ma appartenenti alla stessa famiglia, da parte della catena di abbigliamento uomo Boggi per la produzione della sua nuova campagna.

Jarrod Scott mangia le tagliatelle a Zambardo-2

E non poteva mancare, per l’occasione, il modello che da un paio d’anni è il testimonial di Boggi, Jarrod Scott, il quale è arrivato il 2 ottobre per poi ripartire il 3 dopo le riprese e le foto. Jarrod Scott non ha mancato di informare di questa sua fugace tappa nel Brindisino i suoi amici e suoi follower su Instagram, ma senza rivelare la location.

La prima colazione di Jarrod Scott a Zambardo-2Tra le immagini, quella dell’appartamento che lo ha ospitato a Masseria Zambardo, la prima colazione al mattino, e un curioso scatto che lo ritrae mentre mangia le tagliatelle nel ristorante dell’agriturismo. Poi le immagini della nuova trasferta: Aeroporto del Salento, aeroporto di Londra, taxi a New York City. Vivono così, i modelli famosi. E Jarrod Scott scarica stress e si tiene in forma correndo, come dimostrano tante altre foto sul suo profilo. Le tagliatelle se le può permettere tranquillamente.

La troupe che ha lavorato nei due agriturismo per la campagna di Boggi si è trattenuta nelle campagne tra Brindisi e San Vito dei Normanni dal 28 settembre al 3 ottobre, con una schiera di modelli che hanno indossato i capi della nuova collezione a beneficio delle immagini che saranno utilizzate per la pubblicità e per i poster destinati ai negozi della catena.

C’erano anche gli inviati di una nota rivista di moda, che hanno intervistato i due proprietari di Zambardo e Incantalupi, Antonello e Vittoriano Bruno, sanvitesi, l’uno avvocato civilista, l’altro penalista, puntando sull’equilibrio che è stato necessario trovare tra professione forense e gestione di due strutture turistiche “fashion”. Ma non vogliamo fare anticipazioni sul lavoro dei colleghi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore schiacciato da un trattore: tragedia nelle campagne

  • Bollo auto e Documento unico di circolazione, le novità 2020

  • Quanto costa una casa a Brindisi quartiere per quartiere

  • Doppio inseguimento e lancio di chiodi dopo assalto a bancomat

  • Lite in un locale: un uomo ferito al collo con un bicchiere rotto

  • Operaio investito: un collega insegue auto pirata e la blocca

Torna su
BrindisiReport è in caricamento