Claudia, la casalinga che trasforma il suo appartamento nella Casa di Babbo Natale

Tutte le camere della sua casa a partire dall’ingresso e dall’androne della scala (l’appartamento si trova a primo piano) sono un tutt’uno di luci e decorazioni natalizie, ogni angolo regala emozioni

CELLINO SAN MARCO – Basta varcare la soglia della sua casa ed è già magia. A Cellino San Marco c’è una casalinga, Claudia Sansò, 60 anni, ex parrucchiera e madre di tre figli, che ogni anno trasforma il suo appartamento nella casa di Babbo Natale e lo mette a disposizione dei bambini del paese e dei centri limitrofi. 

Il video dell'appartamento addobbato 

Tutte le camere della sua casa a partire dall’ingresso e dall’androne della scala (l’appartamento si trova a primo piano) sono un tutt’uno di luci e decorazioni natalizie, ogni angolo regala emozioni. Tante, e tutte insieme, da restare senza fiato. Credenze, sedie, tavolini, lampadari, salotti, poltrone porte, finestre, balconi, ma anche letti, tappeti, comodini, scrivanie, specchi, bagno e cucinino sono diventati basi per presepi e allestimenti natalizi. Con tanto di lucine colorate e musichette. Quasi tutto realizzato a mano, con materiali di riciclo. C’è un vecchio sgabello che richiama un paesino innevato, un pupazzo di neve fatto di gusci di mandorle, ghirlande realizzate con materiali riciclati, stoffe e pezzi di legno, Claudia non butta via nulla. E poi ci sono doni per tutti. Uno spettacolo inimmaginabile e impossibile da perdere. Difficile da descrivere.

Il lavoro di preparazione comincia ad agosto e per l’8 dicembre l’appartamento di via Brindisi a Cellino San Marco, sito al civico 35, è pronto per accogliere tutti i bambini e gli adulti che vogliono immergersi per pochi minuti nella magia del Natale. Chiudendosi la porta alle spalle si entra in un mondo fatato. Povare per credere. 

casa di babbo Natale cellino san marco111-2

La casa di Claudia, è sempre aperta. Naturalmente (per chi se lo stesse chiedendo) l’ingresso è gratuito: “L’emozione che mi regalano i bambini quando sgranano gli occhi e si portano le mani al viso per lo stupore, mi ripaga di tutto l’impegno e i sacrifici affrontati per addobbare la casa in questo modo e mi danno la carica per pensare agli addobbi dell'anno successivo. Sono tutti invitati, naturalmente con un piccolo preavviso, per avere il tempo di accendere tutte le lucine”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nell'ospedale Melli cinque operatori sanitari e un paziente positivi

  • "Impossibile garantire distanziamento sociale", Carrisiland rinuncia alla stagione 2020

  • Scontro fra due auto sulla provinciale: feriti un uomo e una donna

  • Appropriazione indebita: 31 auto sequestrate dalla polizia a Brindisi

  • Positivi al Melli: Rizzo chiede conto alla Asl e nel frattempo chiude attività e spiaggia libera

  • Coronavirus, solo un caso in Puglia. Due morti nel Brindisino

Torna su
BrindisiReport è in caricamento