I genitori che hanno perso un figlio donano giochi per Pediatria di Francavilla

Oggi, 18 gennaio, le mamme e papà del gruppo "Figli in Paradiso" hanno donato giocattoli e materiale scolastico ai piccoli pazienti del “Camberlingo”

FRANCAVILLA FONTANA – Sulla targa dorata e incorniciata è inciso: “Non è tanto quello che facciamo, ma quanto Amore ci mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto Amore mettiamo nel dare. Madre Teresa di Calcutta”. L’ha letta una forte maestra Angela Tamburrano, responsabile del gruppo “Figli in Paradiso” di Francavilla Fontana, perché quando ha iniziato a farlo la pediatra Sara Ardito, si è profondamente commossa per aver ritrovato davanti a lei quei genitori che hanno perso troppo presto i propri bambini. "Anche se, il cerchio comune della vita, prevede che siano loro a seppellire noi", dice papà Giuseppe.

sig.angela e dott.ssa Ardito-2

“Ed è con questo 'Amore' che il gruppo di genitori “Figli in Paradiso” di Francavilla dona al reparto di Pediatria dell’ospedale Camberlingo giochi di vario genere, per rendere più piacevole la degenza ai piccoli ricoverati”: la sala ludica del nuovo reparto si riempie dei bambini in cura, che iniziano a scartare i doni che hanno ricevuto. Lo fanno insieme ai loro genitori, sotto gli occhi di mamma Angela, mamma Teresa, mamma Ada, mamma Irene, mamma Carmela e dei papà Vincenzo e Giuseppe.

“Figli in Paradiso” è un gruppo di genitori che hanno perso un figlio per patologia cronica o acuta o per altro evento traumatico, che si è formato una decina di anni fa, quando Angela Tamburrano dopo la perdita del figlio Dario, ha deciso con tanto sacrificio e tanta dignità, di riprendere in mano la sua vita insieme al marito Vincenzo e aggrapparsi “a qualcosa che ti dia una consolazione, un conforto”, racconta con gli occhi del dolore che vive nella sua anima.

IMG_20200118_155622-2

“Un frate francescano di Lecce ci ha accompagnato nel nostro dolore e ci ha insegnato a reagire” prosegue la coordinatrice del gruppo. “Il frate ci è stato vicino attraverso la preghiera e le celebrazioni. Con le altre quattro mamme e papà facevamo incontri mensili in cui ognuno raccontava la sua esperienza – prosegue - però non volevamo più piangerci addosso e allora abbiamo iniziato a fare qualcosa con piccole azioni dedicate ai bambini”.

figli in paradiso-2

Da qualche anno, il frate francescano è in missione in Albania e quando torna i genitori di “Figli in Paradiso” lo accolgono con qualsiasi cosa possa servire alle famiglie più bisognose albanesi. Così “lacrima dopo lacrima, passo dopo passo, abbiamo capito che regalare un sorriso è la cosa più bella che ci possa essere e abbiamo deciso di metterci insieme e dare qualcosa ai bambini in momenti cruciali per loro vita".

IMG_20200118_120635-2

La memoria di quei figli vissuti così poco ha offerto un’altra motivazione a chi li ha amati e li ama ancora: regalare sorrisi ai bambini del reparto di Pediatria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz dei carabinieri contro la Scu: 37 arresti per droga, armi ed estorsioni

  • Incidente nella notte, quattro giovani feriti. "Ringrazio i medici"

  • Cellino, nuovo boato nella notte: bomba carta fatta esplodere per strada

  • Operazione Synedrium: i pizzini, le armi e il ruolo delle donne

  • Furto di trattore si conclude con inseguimento, incidente e arresto

  • Synedrium: “Estorsioni anche agli ambulanti del mercato di Sant’Elia”

Torna su
BrindisiReport è in caricamento