Pettolata benefica a Mesagne: le volontarie dell'Auser sostengono la ricerca

Nel panificio “Forno della nonna Maria” si rinnova una delle antiche tradizioni della vigilia dell’Immacolata

Le volontarie dell'Auser Mesagne

MESAGNE- Di primo mattino hanno assaltato il panificio “Il forno della nonna Maria” e iniziato a friggere alle 7.30 più di 40 chili di impasto: le signore Teresa, Palmina, Camelina, Rita, Emanuela, Rosaria e Tetta, alcune delle cuoche e socie dell’Auser, hanno fritto le pettole raccogliendo fondi per la ricerca Telethon.

IMG_20191207_142958-2

“E’ nato tutto così, un giorno per caso – racconta Angela D’Adam, titolare del panificio. Ogni anno le mie zie avevano l’abitudine di friggere le pettole nel giorno della vigilia dell’Immacolata, tradizione che a me piace sempre mantenere. E ogni anno le abbiamo fatte qui".

“Poi mi sono ricordata che quando rimaneva la pasta in più del pane o delle pucce, mia madre la friggeva e la offriva ai clienti – continua con un po’ di nostalgia mentre nonna Maria, dopo aver impastato il pane casereccio, addenta un’altra pettola fritta dalle volontarie Auser.

IMG_20191207_132655-2

“Allora parlandone con le mie figlie, Anastasia e Veronica, abbiamo pensato di fare qualcosa in più. E a loro è venuto in mente di contattare Vito dell’Auser”.

Vito Marchionna, 74enne di guizzante vitalità, e presidente dell’Auser di Mesagne, ha immediatamente accettato l’invito del Forno di nonna Maria e con le volontarie hanno poi deciso di allestire un banchetto fuori dal panificio per raccogliere fondi per la ricerca Telethon.

IMG_20191207_142838-2

Così le signore Teresa, Palmina, Camelina, Rita, Emanuela, Rosaria e Tetta, tra un Jingle Bells, risate e lavoro di mani e mestoli, hanno iniziato a friggere alle 7.30 più di 40 chili di impasto composto da farina, acqua, sale e lievito.

I Mesagnesi? Hanno risposto e come. Al succulento profumo e bontà di una tradizione lunga secoli. E, soprattutto, all’appello di Vito Marchionna e delle volontarie Auser sempre dalla parte della ricerca, della solidarietà e di chi ha più bisogno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giallo di Ceglie: i due rumeni si sarebbero uccisi a vicenda

  • Attentato a Brindisi: bomba devasta l'ingresso di un bar in viale Commenda

  • Incidente sulla circonvallazione: giovane motociclista in ospedale

  • Inseguimento si conclude con scontro frontale: un arresto

  • Grave aggressione contro operatori del 118: danneggiata un'ambulanza

  • Incidente sulla superstrada, auto contro alberi: grave un giovane

Torna su
BrindisiReport è in caricamento