Lungomare sempre più nella morsa degli automobilisti incivili

E anche lo scorso week end decine di automobilisti hanno preso d'assalto il tratto finale del lungomare, infischiandone del divieto di transito. Le foto a corredo dell'articolo, scattate sabato sera (4 giugno) parlano da sole

Piazzale Lenio Flacco invaso di auto in sosta

BRINDISI - E anche lo scorso week end decine di automobilisti hanno preso d'assalto il tratto finale del lungomare, infischiandone del divieto di transito che vige sulla Ztl. Le foto a corredo dell'articolo, scattate sabato sera (4 giugno) parlano da sole. Il lettore che ha inviato l'istantanea alla redazione di BrindisiReport riferisce che piazzale Lenio Flacco "sembrava un Suq (mercato tipico dei paesi arabi caratterizzato da una fitta trama di bancarelle, ndr)".

Nonostante i lavori di restyling che caratterizzano questo lotto di viale Regina Margherita non siano ancora terminati, gli incivili (e ce ne sono davvero tanti) se ne sono già impadroniti, infischiandosene del fatto di danneggiare le basole nuove di zecca (basti pensare che alcune di queste sono già imbrattate di chiazze dìolio e i segni lasciati dai copertoni sono giò visibili).

L'importante, del resto, è parcheggiare la macchina a pochi metri dal locale in cui si intende trascorrere la serata. E' inconcepibile, per alcuni cittadini, l'ipotesi di lasciare l'auto in una zona un po' più decentrata del capoluogo per poi farsi una camminata a piedi. E i blocchi di marmo contro la sosta selvaggia installati la scoprsa settimana a ridosso della banchina, a quanto pare, si stanno rivelando una contromisura del tutto inadeguata. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale sulla superstrada: lunedì i funerali del dipendente comunale

  • Omicidio Carvone: nuovi arresti per una sparatoria

  • Violento scontro fra auto e scooter a Brindisi: grave un 15enne

  • Bollo auto non pagato: condono per importi fino a 1000 euro

  • Schiva una coltellata e costringe il bandito a mollare il bottino

  • Minacce e fucilata tra i bambini prima dell'agguato mortale

Torna su
BrindisiReport è in caricamento