Abusivismo, altri sequestri a Porto Cesareo

PORTO CESAREO - La partita contro l'abusivismo edilizio, che nei mesi scorsi ha registrato il sequestro di alcune strutture turistiche, a Porto Cesareo comincia a registrare anche la partecipazione dei cittadini. Lo fanno sapere i carabinieri della compagnia di Campi.

I carabinieri durante i controlli

PORTO CESAREO - La partita contro l'abusivismo edilizio, che nei mesi scorsi ha registrato il sequestro di alcune strutture turistiche, a Porto Cesareo comincia a registrare anche la partecipazione dei cittadini. Lo fanno sapere i carabinieri della compagnia di Campi Salentina, che annunciano l'ennesimo sequestro preventivo. Questa volta si tratta di due appartamenti realizzati su suolo agricolo, almeno stando allo strumento urbanistico vigente.

In mattinata sono arrivate due segnalazioni telefoniche anonime alla stazione carabinieri locale. La prima riferiva di una villa in costruzione in via Anassimene. Poco dopo, i militari della stazione di Porto Cesareo scoprivano che gli immobili erano sprovvisti di qualsiasi titolo autorizzatorio, ed hanno applicato il sequestro preventivo d'iniziativa al rustico dell'intera villa, composta da due mini-appartamenti e dal muro di cinta lungo 74 metri, pure sotoposto a sigilli.

Gli immobili in questione hanno una superificie di 150 metri quadrati ciascuno. Denunciati a piede libero dai militari i tre proprietari del fondo agricolo (così individuato dal Piano urbanistico generale vigente), cui appartengono le due villette: una coppia di sposi di Nardò e la madre della sposa, tutti di Nardò.

Nel primo pomeriggio una seconda telefonata ai carabinieri di Porto Cesareo ha segnalato la presenza di ruspe al lavoro in un lido storico del centro turistico ionico. I carabinieri hanno constatato che le ruspe erano al lavoro per smantellare due manufatti, ed hanno deciso di lasciare continuare le operazioni non prima di aver documentato fotograficamente i manufatti per procedere alle verifiche del caso.

 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Campagne sempre più inquinate e nessuno interviene

  • Settimana europea per la mobilità sostenibile: aderiscono Mesagne e Francavilla

  • Sciopero mondiale per il Clima, incontro pubblico con le associazioni

Torna su
BrindisiReport è in caricamento