mercoledì, 23 aprile 15℃

Ancora sgombero per contrada Piccoli

BRINDISI - "Il sindaco Mimmo Consales, dopo aver ricevuto i risultati del monitoraggio dell'Arpa - in cui sono stati resi noti i risultati di ulteriori misure condotte a partire dalle ore 8.30 di stamane e dai quali si evidenziano valori di PM10 inferiori alla soglia cautelativamente fissata dalla stessa Agenzia - ha emesso un´ordinanza in cui 'dispone la revoca agli abitanti ed ai presenti a qualsiasi titolo nel quartiere La Rosa, in particolare ai bambini, alle persone anziane ed ai malati polmonari cronici, dell'obbligo di evitare cautelativamente di uscire di casa se non per motivi urgenti, curando di tenere chiusi infissi e finestre delle proprie abitazioni, fatto salvo il successivo monitoraggio tecnico degli organi preposti'. Inoltre, nella stessa ordinanza, il primo cittadino ha confermato l'obbligo dell'allontanamento temporaneo di chiunque, a qualsiasi titolo, risieda, dimori, sia presente nella località Contrada Piccoli e zone limitrofe, nelle aree poste sotto vento e, in quanto tali non altrimenti identificabili".

Mar.Orl.11 luglio 2012

BRINDISI - "Il sindaco Mimmo Consales, dopo aver ricevuto i risultati del monitoraggio dell'Arpa - in cui sono stati resi noti i risultati di ulteriori misure condotte a partire dalle ore 8.30 di stamane e dai quali si evidenziano valori di PM10 inferiori alla soglia cautelativamente fissata dalla stessa Agenzia - ha emesso un´ordinanza in cui 'dispone la revoca agli abitanti ed ai presenti a qualsiasi titolo nel quartiere La Rosa, in particolare ai bambini, alle persone anziane ed ai malati polmonari cronici, dell'obbligo di evitare cautelativamente di uscire di casa se non per motivi urgenti, curando di tenere chiusi infissi e finestre delle proprie abitazioni, fatto salvo il successivo monitoraggio tecnico degli organi preposti'. Inoltre, nella stessa ordinanza, il primo cittadino ha confermato l'obbligo dell'allontanamento temporaneo di chiunque, a qualsiasi titolo, risieda, dimori, sia presente nella località Contrada Piccoli e zone limitrofe, nelle aree poste sotto vento e, in quanto tali non altrimenti identificabili".

Questa la piega assunta dalla situazione a 30 ore circa dall'ennesimo incendio nell'ex deposito di rifiuti speciali dell'Alfa Edile, società in procedura fallimentare, dissequestrato nei giorni scorsi dopo alcuni anni di sigilli per violazioni autorizzative ed ambientali, restituito alla propritaria dell'area Vincenza Perchinenna, e subito misteriosamente e nuovamente preso di mira da fiamme dolose. La città ha avvertito il disagio materiale causato dal protrarsi della combustione di plastiche e altri rifiuti, sprigionante diossina e polveri sottili Pm10, nella tarda serata di ieri e nella prima nottata, quando una densa e maleodorante caligine si è addensata sul rione Perrino e su quella parte della città più vicina al porto ed alla zona industriale.

Dunque emergenza cessata solo per il rione La Rosa, ma resta il divieto di tornare alle abitazioni e alle aziende in contrada Piccoli, e comunque in via cautelare il sindaco parla anche di altre aree che potrebbero trovarsi sotto vento alla discarica, perciò ciò dipenderà dalle rotazioni del vento e dai valori che l'Arpa rileverà di volta in volta. E adesso, dopo gli annunci e i ritardi, si spera che Comune e Provincia passino subito alla bonifica del sito, ovviamente in danno dei responsabili della situazione di inquinamento dello stesso.

cessazione
deposito
incendio
parziale
rifiuti
speciali

Commenti