Depuratore attivo per Carovigno dal 30 giugno, per S.Vito e S.Michele dopo un anno

BARI - Il nuovo cronoprogramma per la messa in esercizio del depuratore di Carovigno (Br) prevede che l'impianto sara' avviato il prossimo 30 giugno. Ci vorrà poi un anno per completare le opere per il collettamento dei comuni di San Vito dei Normanni e San Michele Salentino, che avverrà dunque il 30 giugno 2012. Lo ha comunicato l'assessore alle Opere pubbliche e Protezione civile Fabiano Amati, che ha nuovamente convocato un incontro tecnico, questa mattina a Bari, proprio a seguito delle lettere ricevute dal comune di Carovigno e dall'Acquedotto Pugliese con le quali venivano esposte le motivazioni che avevano impedito il rispetto dei precedenti impegni assunti in base ai quali l'impianto sarebbe entrato in funzione il 31 marzo scorso.

Il depuratore intercomunale di Bufalaria

BARI - Il nuovo cronoprogramma per la messa in esercizio del depuratore di Carovigno (Br) prevede che l'impianto sara' avviato il prossimo 30 giugno. Ci vorrà poi un anno per completare le opere per il collettamento dei comuni di San Vito dei Normanni e San Michele Salentino, che avverrà dunque il 30 giugno 2012. Lo ha comunicato l'assessore alle Opere pubbliche e Protezione civile Fabiano Amati, che ha nuovamente convocato un incontro tecnico, questa mattina a Bari, proprio a seguito delle lettere ricevute dal comune di Carovigno e dall'Acquedotto Pugliese con le quali venivano esposte le motivazioni che avevano impedito il rispetto dei precedenti impegni assunti in base ai quali l'impianto sarebbe entrato in funzione il 31 marzo scorso.

All'incontro hanno preso parte l'assessore ai Lavori pubblici della Provincia di Brindisi Maurizio Bruno, il sindaco di San Vito dei Normanni, Alberto Magli, l'assessore ai Lavori pubblici di San Michele Salentino, Giuseppe Ciciriello, l'assessore all'Ambiente di Carovigno, Antonio Pagliara, il dirigente della pianificazione Aato Puglia, Vito Colucci e rappresentanti dell'Aqp, del Arpa e del Sisri. "Ho riconvocato questa mattina un incontro - ha spiegato Amati - proprio allo scopo di definire con precisione in quale data l'impianto entrerà in esercizio. L'ostinazione con cui stiamo seguendo le vicende del depuratore di Carovigno corrisponde alla necessita' di dotare la città dell'impianto e contemporaneamente di sottrarci alla procedura di infrazione comunitaria, anche con riferimento alle opere di collettamento in favore dei comuni di San Vito dei Normanni e San Michele Salentino".

"L'incontro e' stato utile - ha proseguito Amati - per fare una ricognizione rispetto agli impegni assunti da parte di tutti i soggetti interessati, che hanno congiuntamente individuato il 30 giugno prossimo per l'entrata in esercizio del depuratore e al 30 giugno 2012 per il completamento delle opere di collettamento di San Vito dei Normanni e San Michele Salentino, con una soluzione a gravita' condivisa dalle comunità locali idonea a superare la vecchia previsione con l'impianto di sollevamento che si rivelava più impattante e costoso. Spero che tutti questa volta - ha concluso l'assessore - possano e sappiano mantenere gli impegni assunti, senza ulteriori rinvii".

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento