Dopo i sequestri dei pannelli, quelli dei soldi

MESAGNE - Hanno anche percepito finanziamenti pubblici per 3 milioni di euro, per lo meno fino al 17 febbraio del 2012 quando furono apposti i sigilli a un mega parco fotovoltaico. Ora sono state sottoposte a sequestro, per equivalente, somme di denaro (per 2 milioni di euro) su conti correnti riconducibili alle società.

Impianto fotovoltaico sequestrato dalla Finanza

MESAGNE - Non solo hanno frazionato illecitamente, hanno proceduto con la dichiarazione di inizio dei lavori, dribblando la Via. Gli imprenditori del fotovoltaico, secondo l'impostazione della procura di Brindisi e della Guardia di Finanza di Francavilla Fontana che ha condotto accertamenti, hanno anche percepito finanziamenti pubblici per 3 milioni di euro, per lo meno fino al 17 febbraio del 2012 quando furono apposti i sigilli a un mega parco fotovoltaico a Mesagne e furono iscritte nel registro degli indagati 13 persone.

Ora sono state sottoposte a sequestro, per equivalente, somme di denaro (per 2 milioni di euro) su conti correnti riconducibili alle società, e anche terreni e fabbricati. Nell'inchiesta, per lottizzazione abusiva e violazione della normativa regionale, sono coinvolte 13 persone tra imprenditori e proprietari dei suoli su cui furono installati i pannelli fotovoltaici di un impianto da 10 Mw esteso su 28 ettari.

Dieci le società coinvolte: la Sun System, Puglia Tech, Solar Energy, Solar Technology, Sun Power, Alfa Energy, Beta Sun, Gamma Tech, Delta Sun, Heliantus. L'impianto in questione era il frutto di un illecito frazionamento eseguito violando la normativa regionale che impone la Via, piuttosto che la dichiarazione di inizio lavori, per gli impianti superiori a un megawatt.

Le persone alle quali fu notificato il provvedimento di conclusione delle indagini preliminari nel corso del sequestro, sono complessivamente tredici: Cosimo Caforio, 57 anni di Latiano; Saverio Caforio, 29 anni di Francavilla Fontana; Luisa Carbone, 37 anni di Oria; Adele Maria Crastolla, 50 anni di Latiano; Pietro De Fazio, 51enne di Latiano; Immacolata Dimastrodonato, 51enne di Latiano; Luigi Indolfi, 61enne di Mesagne; Raffaele Indolfi, 58enne di Latiano; Giuseppe Mingolla, 51enne di Latiano; Cosimo Maurizio Nitti, 48enne di Mesagne; Giovanni Rubino, 65enne di Latiano; Antonio Giovanni Rubino, 21enne di Latiano; Miriam Solimeo, 29enne di Latiano.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento