No petrolio, protesta contro Monti

BARI – I movimenti che si oppongono alle trivellazioni e alle prospezioni petrolifere nei mari pugliesi preparano la manifestazione di venerdì 7 settembre. L’appuntamento è previsto per le 9.00 al teatro Petruzzelli (lato Corso Cavour, ai limiti della “zona rossa” disposta dalla Questura di Bari), per dare “il benvenuto al presidente Mario Monti, a Bari per l’inaugurazione della Fiera del Levante, ringraziandolo per aver firmato, per mano del ministro Corrado Clini, ulteriori concessioni governative alla compagnia petrolifera irlandese Petrolceltic, per la ricerca di idrocarburi nel mare dinanzi le Isole Tremiti”.

Corteo promosso dal Comitato No Petrolio

BARI – I movimenti che si oppongono alle trivellazioni e alle prospezioni petrolifere nei mari pugliesi preparano la manifestazione di  venerdì 7 settembre. L’appuntamento è previsto per le 9.00 al teatro Petruzzelli (lato Corso Cavour, ai limiti della “zona rossa” disposta dalla Questura di Bari), per dare “il benvenuto al presidente Mario Monti, a Bari per l’inaugurazione della Fiera del Levante, ringraziandolo per aver firmato, per mano del ministro Corrado Clini, ulteriori concessioni governative alla compagnia petrolifera irlandese Petrolceltic, per la ricerca di idrocarburi nel mare dinanzi le Isole Tremiti”.

Ci si era illusi, dicono gli organizzatori della protesta, “che il suo governo, un governo tecnico privo di legittimazione popolare, dovesse revocare le altre concessioni rilasciate dal precedente governo Berlusconi. Ci rivolgiamo ai deputati e ai senatori pugliesi di qualunque schieramento politico che fanno proclami attraverso gli organi d'informazione contro le trivellazioni in mare e che partecipano alle nostre manifestazioni per fare bella mostra di sé e per lavarsi la coscienza – specifica il Comitato Tutela Coste – e li diffidiamo ad adoperarsi in Parlamento per modificare la legge sulle concessioni governative affinchè il parere degli enti locali sia vincolante, mentre allo stato attuale non lo è”.

Questa sarebbe, sempre secondo gli organizzatori, “la chiave di volta perchè sia rispettata la volontà popolare dei territori interessati, che si devono esprimere attraverso i consigli comunali e regionali. Dunque basta ipocrisie”. Ad organizzare la manifestazione del 7 i componenti del comitato 23 gennaio 2010 “No Petrolio! Sì energie rinnovabili”. I dettagli della manifestazione saranno illustrati in conferenza stampa domattina, 4 settembre, alle ore 10 sotto i portici d’ingresso del consiglio Regione Puglia, extramurale Capruzzi.

Hanno già aderito il Movimento Politico di Liberazione "per il Bene Comune", il comitato "Per la tutela delle Coste – Monopoli", il  Comitato "No Petrolio! 23 Gennaio 2010", la Rete "No Triv", Associazioni riunite: "Grande Salento Terra di Sole, di Mare, di Vento", il Comitato "ProAmbiente" - Modugno, il Coordinamento "Custodiamo le Coste", il “Comitato per la tutela del Mare del Gargano", il Movimento Ambientalista Bat, Patto Popolare – Unione Movimenti Popolari, il Movimento politico dei Cittadini, Associazioni, Comitati Bari - Puglia, le Associazioni di promozione sociale "Una Puglia Migliore" e "Pietra su Pietra", la Rete civica "Una Città per Tutti".

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento