Rifiuto selvaggio: maximulte con video

TORRE SAN GENNARO – Il divieto di lasciare per terra i sacchetti dell’immondizia non viene rispettato e il Comune di Torchiarolo filma i trasgressori, li rintraccia e li multa con una sanzione che può sfiorare anche i cinquecento euro. Accade nella marina di Torre San Gennaro dove un sistema di video sorveglianza impiantato davanti all’isola ecologica di via Trieste, meta ogni giorno dei cittadini più indisciplinati, sta registrando tutti coloro che non rispettano le norme a tutela dell’ambiente. Nel mirino dell’occhio elettronico anche gli operatori della nettezza urbana anche se a detta dell’amministrazione i cassonetti delle marine vengono svuotati regolarmente.

001 - arrivo 17-06 - abbandono 1

TORRE SAN GENNARO – Il divieto di lasciare per terra i sacchetti dell’immondizia non viene rispettato e il Comune di Torchiarolo filma i trasgressori, li rintraccia e li multa con una sanzione che può sfiorare anche i cinquecento euro. Accade nella marina di Torre San Gennaro dove un sistema di video sorveglianza impiantato davanti all’isola ecologica di via Trieste, meta ogni giorno dei cittadini più indisciplinati, sta registrando tutti coloro che non rispettano le norme a tutela dell’ambiente. Nel mirino dell’occhio elettronico anche gli operatori della nettezza urbana anche se a detta dell’amministrazione i cassonetti delle marine vengono svuotati regolarmente.

In un’ordinanza del sindaco Giovanni Del Coco vieta l’abbandono dei rifiuti fuori dai cassonetti ma a quanto pare i cittadini delle marine di competenza del Comune di Torchiarolo non hanno nessuna intenzione di rispettarla. Con l’arrivo della bella stagione  la pulizia delle residenze estive ha portato a un accatastamento di materiale in disuso accanto alle isole ecologiche presenti per le vie delle marine di Lendinuso, Lido Presepe e Torre San Gennaro. Non manca l’abbandono di rifiuti speciali che, invece, dovrebbero essere smaltiti secondo procedure ben precise.

“Spesso accade che i cittadini dei paesi limitrofi per evitare di fare la raccolta differenziata gettano i rifiuti nei cassonetti delle marine. I bidoni di via Trieste, poi, sono l’unico bersaglio di coloro che hanno immondizia da eliminare nonostante nella zona ce ne siano dislocati altri”, afferma il sindaco. Per questo quei cassonetti sono sorvegliati da telecamere. Domenica scorsa numerosi sono stati i cittadini che hanno violato la legge. Davanti ai cassonetti (già traboccanti) è stato abbandonato di tutto e l’occhio elettronico ha registrato ogni mossa.

Attraverso il numero di targa delle vetture che si sono avvicinate all’isola ecologica di Torre San Gennaro da cui sono usciti cittadini con in mano sacchetti che hanno depositato per terra, il comando della polizia locale, guidato dal tenente Lorenzo Renna, risalirà all’identità dei trasgressori provvedendo a recapitare loro il relativo verbale. La multa viaria da un minimo di cento euro a un massimo di cinquecento: “E’ assurdo come si preferisca dare vita a una discarica a ridosso delle abitazioni piuttosto che fare un passo in più e conferire i rifiuti negli altri cassonetti presenti nelle marine”, precisa Renna.

Il primo cittadino, inoltre, fa sapere che dopo le festività Pasquali nelle marine di Torre San Gennaro, Lido Presepe e Lendinuso verranno installate isole ecologiche in diverse zone: “I cittadini devono abituarsi a differenziare i rifiuti e a chiamare il relativo numero verde per quelli ingombranti. Solo con la collaborazione da parte di tutti si può avere un ambiente più sano e più pulito e risparmiare denaro”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento