Rigassificatore: niente più forum alla Provincia, spazio alle audizioni

BRINDISI – La notizia non è ancora ufficiale, ma potrebbe essere confermata nella giornata di domani. Il forum richiesto dai consiglieri provinciali per saperne di più sul rigassificatore – era prevista anche la presenza della stessa Lng – potrebbe non tenersi più, e al posto dell’incontro dovrebbero essere fissate una serie di audizioni, finalizzate comunque ad una conoscenza approfondita sulla tematica.

Il sito scelto da British Gas per il rigassificatore

BRINDISI – La notizia non è ancora ufficiale, ma potrebbe essere confermata nella giornata di domani. Il forum richiesto dai consiglieri provinciali per saperne di più sul rigassificatore – era prevista anche la presenza della stessa Lng – potrebbe non tenersi più, e al posto dell’incontro dovrebbero essere fissate una serie di audizioni, finalizzate comunque ad una conoscenza approfondita sulla tematica.

La richiesta era partita da quindici consiglieri provinciali. Più precisamente, a volere l’incontro erano stati i componenti della Commissione Ambiente, che avevano inquadrato il forum in una delle normali attività della stessa Commissione. Questa richiesta dei componenti era stata sottoscritta da altri consiglieri, e il documento con le 15 firme era stato presentato al presidente della Provincia Massimo Ferrarese, che l’aveva girato a sua volta al presidente del consiglio provinciale Nicola Massari affinché fissasse la convocazione.

Un incontro che prima ancora che avvenisse aveva fatto molto discutere, a cominciare dalla dura posizione delle associazioni ambientaliste, che avevano accusato la Provincia di una certa ambiguità sul tema-rigassificatore. “Comune e Regione – avevano detto le associazioni in una nota congiunta – hanno già preparato o stanno già approntando il ricorso contro il decreto sul parere della Commissione Via. La Provincia invece sta ancora discutendo su benefìci e rischi del rigassificatore. A questo punto, l’Amministrazione dica chiaramente da che parte sta, considerando però che la coalizione di centrosinistra ha ottenuto la maggioranza dei voti sottoscrivendo un programma elettorale che prevedeva la netta contrarietà alla realizzazione dell’impianto di rigassificazione”.

In queste ore, si sarebbe rivelato determinante l’intervento del Partito Democratico affinché il Forum non si tenesse più, per far posto ad una serie di audizioni. Anche per una di queste ultime, sono state invitate le associazioni ambientaliste, che però non hanno deciso se parteciparvi o meno.

Una cosa comunque è certa: occorrerà velocizzare i tempi, visto che         questi appuntamenti devono essere fissati prima del Consiglio provinciale, fissato per dopo la pausa estiva. E in quella seduta bisognerà inevitabilmente parlare di rigassificatore, altrimenti il rischio è che scada il termine di 60 giorni per presentare ricorso contro il decreto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo appuntamento con la pulizia dell'arenile: cittadini invitati

Torna su
BrindisiReport è in caricamento