Torre Guaceto, da sabato possibili immersioni guidate nell'area di riserva integrale

Torre Guaceto, da sabato possibili immersioni guidate nell'area di riserva integrale

Torre Guaceto

BRINDISI - La notizia interessa sia chi già da tempo pratica l'esplorazione subacquea in apnea, sia chi ormai conosce molto bene i fondali di Torre Guaceto, dove è consentito l'accesso, ma ugualmente chi non conosce i fondali della zona, o non ha esperienze di seawatching, o gli appasionati dell'immersione con autorespiratore - ai quali l'attività di diving sino ad ora era interdetta in tutta la riserva marina - perchè da sabato 19 giugno potranno usufruire delle attività guidate "alla scoperta dei meravigliosi fondali della zona integrale della riserva".La novità è proprio questa: il Consorzio di gestione di Torre Guaceto, d'intesa con il Ministero dell'Ambiente, ha deciso di aprire alla visite guidate con maschera e pinne la "zona A", quella sin qui accessibile solo agli addetti ai lavori, quella di riserva integrale. La cooperativa Thalassia, in collaborazione con il Diving  Aquademia di Brindisi, "accompagnerà infatti i visitatori in un’emozionante percorso sottomarino alla scoperta di colorati fondali e affascinanti abitanti di questo mondo sommerso".

Gli organizzatori fanno sapere che "l’attività proposta, praticata ormai da anni con il nome di seawatching, è adatta a grandi e bambini a partire dagli 8 anni, non prevede il possesso di brevetti o particolari abilità ed è richiesta solo un minimo di confidenza con il mare. La durata  è di circa 40 minuti preceduti da un incontro con  gli istruttori per prepararsi all’attività". Si tratta, per chiarire ancora di più, dell'esplorazione di superficie in apnea. Ma, come già detto, "oltre alle attività di seawatching, gli amanti del mare della Riserva potranno usufruire da quest’anno di un ulteriore iniziativa. Il Consorzio di Gestione di Torre Guaceto, infatti, con l’autorizzazione del Ministero dell’Ambiente, ha regolamentato e avvia ufficialmente da questa stagione l’attività di diving", con autorespiratore ad aria. Attività anche questa rigorosamente guidata, e accessibile però solo a "quanti fossero quindi in possesso di un brevetto" (Fisp, Padi, o altro) i quali possono richiedere presso gli uffici del Centro Visite del Parco "di effettuare una vera e propria immersione sempre accompagnati dagli istruttori di Aquademia, l’ente incaricato di svolgere tale attività".

Il primo seawatching, fa sapere la cooperativa Thalassia, previsto per sabato 19  avrà inizio  alle 9.30 circa. Il ritrovo è fissato sulla spiaggia di Punta Penna Grossa, dalla quale si partirà con un’imbarcazione, fornita dell’attrezzatura necessaria. Nel primo pomeriggio si sperimenterà inoltre una nuova attività: l’escursione in barca fra gli isolotti nei pressi della Torre Aragonese con partenza sempre dalla spiaggia di Penna Grossa. Ma gli interessati dovranno prenotare - e versare la quota d'iscrizione prevista -  contattando il Centro Visite del Parco aperto tutti i giorni dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30 al numero 0831/989885 o 331/9277579.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento